Dy­lan sem­pre più enig­ma­ti­co nes­sun com­men­to sul pre­mio

Con­ti­nua i con­cer­ti e l’ac­ca­de­mia non rie­sce a par­lar­gli

Il Gazzettino (Pordenone) - - Attualità -

NEW YORK - Do­po che a Las Ve­gas non ha aper­to boc­ca se non per can­ta­re, l'at­ten­zio­ne si è spo­sta­ta nel week end a De­sert Trip per la se­con­da pun­ta­ta del­la «Wood­stock dei Se­nior» as­sie­me ai Rol­ling Sto­nes. Poi a Phoe­nix do­me­ni­ca, Al­bu­quer­que mar­te­dì, il 19 a El Pa­so, il 22 a Thac­ker­vil­le in Okla­ho­ma. In­stan­ca­bi­le, inos­si­da­bi­le, il pre­mio Nobel per la let­te­ra­tu­ra Bob Dy­lan non ha cam­bia­to l'agen­da del suo «Ne­ver En­ding Tour» che da me­tà de­gli an­ni Ot­tan­ta lo por­ta a ri­ca­ma­re il suo mes­sag­gio di poe­sia in mu­si­ca sul­la map­pa dell'ame­ri­ca. Ma se l'ac­ca­de­mia dei Nobel an­co­ra non è riu­sci­ta a par­la­re di­ret­ta­men­te con il can­tan­te, Dy­lan po­treb­be ad­di­rit­tu­ra non rin­gra­zia­re mai: co­sì ha ipo­tiz­za­to uno de­gli ami­ci sto­ri­ci, il can­tan­te Bob Neu­wir­th, par­lan­do con il Wa­shing­ton

NOBEL Bob Dy­lan in uno dei suoi

re­cen­ti con­cer­ti

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.