Ci­mo­lai Cen­tro ser­vi­zi "sal­ta" l’am­plia­men­to

L’azien­da fa re­tro­mar­cia sul­la va­rian­te. Ma il Co­mu­ne ci gua­da­gna ugual­men­te

Il Gazzettino (Pordenone) - - San Quirino Roveredo Pasiano - Mar­co Agru­sti

La ri­chie­sta di am­plia­men­to dell'area pro­dut­ti­va, pre­sen­ta­ta un an­no fa al Co­mu­ne dall'ar­man­do Ci­mo­lai (ab­bre­via­ta in Accs), ave­va co­stret­to l'am­mi­ni­stra­zio­ne Del­la Mat­tia a una ma­ra­to­na bu­co­cra­ti­ca. Ser­vi­va una va­rian­te ur­ba­ni­sti­ca e fu ap­pro­va­ta in tut­ta fret­ta. Poi c'era la ne­ces­si­tà di un pia­no par­ti­co­la­reg­gia­to da par­te dell'azien­da, e ar­ri­vò an­che quel­lo per di­ret­tis­si­ma.

Og­gi, in­ve­ce, il bru­sco ral­len­ta­men­to. La rea­liz­za­zio­ne di un ca­pan­no­ne di cir­ca 10mi­la me­tri qua­dri di su­per­fi­cie, che do­ve­va ser­vi­re all'ar­man­do Ci­mo­lai Cen­tro Ser­vi­zi di via Ma­sie­res per ri­spon­de­re al­le nuo­ve com­mes­se in en­tra­ta, è ri­ma­sta un'ope­ra­zio­ne sul­la car­ta.

Ma il Co­mu­ne ci ha gua­da­gna­to lo stes­so. Sì, per­ché la va­rian­te in­clu­si­va è sta­ta pa­ga­ta dall'azien­da: one­ri per 42mi­la eu­ro che l'am­mi­ni­stra­zio­ne Giu­go­vaz si tro­va in ta­sca sen­za che il pro­get­to per il qua­le so­no sta­ti pa­ga­ti sia mai de­col­la­to. Quan­to all'ope­ra, si trat­ta­va di un am­plia­men­to che avreb­be in­te­res­sa­to cir­ca un ter­zo dell'at­tua­le su­per­fi­cie, per un'ope­ra­zio­ne che in gra­do di con­sen­ti­re all'ar­man­do Ci­mo­lai di in­cre­men­ta­re il pro­prio vo­lu­me d'af­fa­ri.

L'azien­da si oc­cu­pa del­la co­stru­zio­ne di strut­tu­re me­tal­li­che, con mer­ca­ti at­ti­vi in tut­to il mon­do. E pro­prio dai nuo­vi mer­ca­ti in espan­sio­ne do­ve­va­no ar­ri­va­re le com­mes­se che ave­va­no spin­to il grup­po im­pren­di­to­ria­le a met­te­re pres­sio­ne sull'am­mi­ni­stra­zio­ne al­lo­ra ret­ta da Cor­ra­do Del­la Mat­tia. Già du­ran­te l'esta­te del 2015 ini­zia­ro­no i pri­mi ral­len­ta­men­ti, ta­li da spin­ge­re l'al­lo­ra as­ses­so­re al Bi­lan­cio, Gian­ni Giu­go­vaz (ora sin­da­co), a par­la­re di un «pia­no di cui non si sa­pe­va più nul­la». Il Co­mu­ne ha fat­to il suo, an­che in tem­pi ra­gio­ne­vol­men­te bre­vi, e ha in­cas­sa­to quan­to gli spet­ta­va. Il re­sto lo ha fat­to il mer­ca­to.

ACCS La se­de dell’ar­man­do Ci­mo­lai Cen­tro Ser­vi­zi a San

Qui­ri­no

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.