In­ge­gne­ri, un di­fen­so­re con il vi­zio del bom­ber

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport - CHI PIÙ

IN­GE­GNE­RI - Un di­fen­so­re che se­gna con con­ti­nui­tà non si può non in­se­ri­re nel­la co­lon­na dei buo­ni. An­che se la pre­sta­zio­ne dal­la par­te op­po­sta del cam­po ri­sen­te di un di­sa­gio col­let­ti­vo di tut­to il re­par­to.

MI­SU­RA­CA - Il mi­glio­re del cen­tro­cam­po ne­ro­ver­de e pro­ba­bil­men­te il mi­glio­re in as­so­lu­to fra tut­ti i con­ten­den­ti. È lui che dà vi­va­ci­tà all'im­po­sta­zio­ne del­la ma­no­vra of­fen­si­va. Im­po­sta e si in­se­ri­sce. Su di lui ci sa­reb­be an­che un ri­go­re igno­ra­to che avreb­be po­tu­to cam­bia­re il mat­ch.

CAT­TA­NEO - En­tra, in­vo­ca­to a gran vo­ce dal po­po­lo ne­ro­ver­de e la sua pre­sen­za si sen­te su­bi­to. Avreb­be me­ri­ta­to la sod­di­sfa­zio­ne del gol. Si ac­con­ten­ta di pro­cu­ra­re il ri­go­re che con­sen­te ad Ar­ma (8 cen­tri) di con­so­li­da­re il suo pri­ma­to nel­la clas­si­fi­ca can­no­nie­ri.

PEL­LE­GRI­NI - La mag­gior par­te dei cross (pri­ma dell'in­gres­so di Cat­ta­neo) ar­ri­va­no in area dai suoi pie­di.

DEL­LA BO­NA - Comanda il cen­tro­cam­po ro­ma­gno­lo sia in fa­se di pos­ses­so che in fa­se di con­te­ni­men­to.

CHI ME­NO TO­MEI - Non una gran­dis­si­ma gior­na­ta. Due er­ro­ri cau­sa­no al­tret­tan­ti gol del San­tar­can­ge­lo. In oc­ca­sio­ne del se­con­do si fa pu­re ma­le. Sa­ba­to da di­men­ti­ca­re in fret­ta.

SE­MEN­ZA­TO - Un'al­tra pre­sta­zio­ne sot­to to­no, con­di­ta da er­ro­ri. Te­di­no lo di­fen­de.

AZ­ZI - Al­tre vol­te è sta­to ca­pa­ce di cam­bia­re il cor­so del­la ga­ra en­tran­do in cor­sa. Que­sta vol­ta, im­pie­ga­to dall'ini­zio, ha in­ci­so dav­ve­ro po­co.

D'APICE - Il fi­schiet­to are­ti­no non ha sa­pu­to con­trol­la­re la ga­ra di­ven­ta­ta ner­vo­sa e ha pre­so del­le de­ci­sio­ni per lo me­no di­scu­ti­bi­li.

Da.pe.

TUTTOFARE An­drea In­ge­gne­ri, di spal­le, do­po il gol dell1-1

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.