La Da­cia Are­na ora può da­re spet­ta­co­lo ai ti­fo­si

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport - Gui­do Go­mi­ra­to

La Da­cia Are­na de­ve di­ven­ta­re una ca­sa di pia­ce­re per ti­fo­si e cal­cia­to­ri bian­co­ne­ri. È sta­ta co­strui­ta pro­prio per que­sto sco­po e per es­se­re an­che una spe­cie di for­ti­no pres­so­ché ine­spu­gna­bi­le per gli ospi­ti dell'udi­ne­se, gran­di squa­dre com­pre­se. Da quan­do l'im­pian­to è sta­to com­ple­ta­to con l'aper­tu­ra an­che del­la Cur­va Sud, 17 gen­na­io scor­so in con­co­mi­tan­za con la ga­ra con la Ju­ven­tus, lo sta­dio so­lo in po­che cir­co­stan­ze ha re­so co­mo­da la vi­ta dell'udi­ne­se; al con­tra­rio, so­ven­te si è tra­mu­ta­to in un luo­go di do­lo­re e in due oc­ca­sio­ni quel­li del­la Cur­va Nord han­no la­scia­to in an­ti­ci­po lo sta­dio, de­lu­si e di­sgu­sta­ti per il pie­to­sa pre­sta­zio­ne for­ni­ta dal­la squa­dra del cuo­re. Dal 17 gen­na­io, pri­ma ga­ra ca­sa­lin­ga di ri­tor­no, l'udi­ne­se ha con­qui­sta­to in ca­sa ap­pe­na 4 vit­to­rie (con Ve­ro­na, Na­po­li, Fio­ren­ti­na e Em­po­li) in 14 in­con­tri; ha su­bì­to 7 scon­fit­te (co­cen­ti quel­le con Ju­ven­tus, 0-4 e To­ri­no, 1-5), men­tre il se­gno "ics" è usci­to tre vol­te. Un bot­ti­no ma­gro, ma­gro. An­che la dif­fe­ren­za tra gol fat­ti, 15, e gol su­bi­ti, 23, è ne­ga­ti­vo. E in cin­que ga­re i bian­co­ne­ri mai so­no an­da­ti a ber­sa­glio.

È in­dub­bio che pri­ma o poi l'udi­ne­se sfrut­te­rà il fat­to­re cam­po, an­che per una que­stio­ne sta­ti­sti­ca. Ma­ga­ri già da do­me­ni­ca, oc­ca­sio­ne ghiot­ta da co­glie­re al vo­lo. L'av­ver­sa­rio di tur­no, il Pe­sca­ra, ap­pa­re vul­ne­ra­bi­le, è una del­le for­ma­zio­ni più de­bo­li, una del­le squa­dre can­di­da­te al­la re­tro­ces­sio­ne; per con­tro l'udi­ne­se sa­ba­to se­ra è uscita dal­lo "Ju­ven­tus Sta­dium" a te­sta al­ta, in vir­tù di una pre­sta­zio­ne fi­nal­men­te con­vin­cen­te che por­te­rà serenità, si­cu­rez­za e au­to­sti­ma pre­sup­po­sto in­di­spen­sa­bi­le per co­min­cia­re a cam­bia­re mar­cia. A me­no che l'un­di­ci di Del­ne­ri non sia co­sì stol­to da snob­ba­re l'im­pe­gno gli abruz­ze­si, ma ne du­bi­tia­mo: i bian­co­ne­ri in que­sto mo­men­to de­vo­no fa­re i conti con una clas­si­fi­ca de­fi­ci­ta­ria che po­treb­be di nuo­vo ali­men­ta­re an­sie e pau­re in ca­so di man­ca­to suc­ces­so. So­no pas­sa­ti ses­sant'an­ni da quan­do le ze­bret­te, in se­rie B, vin­se­ro tut­te le ga­re ca­sa­lin­ghe, 17 su 17. Si gio­ca­va nel glo­rio­so Po­li­spor­ti­vo Mo­ret­ti, inau­gu­ra­to nel 1924; era dav­ve­ro la ca­sa del pia­ce­re per tut­ti gli spor­ti­vi friu­la­ni da­to che ol­tre al cal­cio ospi­ta­va va­rie di­sci­pli­ne spor­ti­ve, atletica leggera, ten­nis, ci­cli­smo, pat­ti­nag­gio, ip­pi­ca (trot­to ed equi­ta­zio­ne), dirt truck, speed­way, po­lo, ba­se­ball, pal­la­ca­ne­stro, rug­by, tiro con l'ar­co, tam­bu­rel­lo e so­ven­te il di­ver­ti­men­to era ga­ran­ti­to.

Ca­pi­ta­va che, di tan­to in tan­to, il Mo­ret­ti ospi­tas­se an­che i cir­chi eque­stri Za­vat­ta e To­gni du­ran­te le lo­ro an­nua­li tour­née in Ita­lia. E per i friu­la­ni l'im­pian­to spor­ti­vo era un di­ver­ti­men­to.

Dall’inau­gu­ra­zio­ne la me­dia scon­fit­te è sta­ta del 50% Un da­to da in­ver­ti­re

Per la par­ti­ta di do­me­ni­ca con­tro il Pe­sca­ra i prez­zi van­no dai 15 eu­ro di Cur­va ai 40 eu­ro del­la Tri­bu­na Cen­tra­le

NUO­VO COR­SO Lui­gi Del­ne­ri

sem­bra aver tro­va­to la so­lu­zio­ne per i ma­li

che af­flig­ge­va­no

l’udi­ne­se di Bep­pe Ia­chi­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.