Un’of­fer­ta di­ver­sa per l’Ita­lia

il Giornale del Turismo Magazine - - IN COPERTINA -

Nes­su­na com­pe­ti­zio­ne, ognu­no per la sua strada. An­zi, per i suoi ma­ri. Gian­ni Ro­ton­do, Di­ret­to­re Ge­ne­ra­le Ita­lia di Royal Ca­rib­bean, si tira fuori dal­la par­ti­ta che quo­ti­dia­na­men­te gio­ca­no in acqua i mag­gio­ri players del mer­ca­to cro­cie­ri­sti­co nel Mediterraneo. Per una ra­gio­ne mol­to sem­pli­ce: quel­la di Royal è una pro­po­sta dif­fe­ren­te.“Non ci sen­tia­mo in com­pe­ti­zio­ne, vogliamo con­ti­nua­re a po­si­zio­nar­ci come un pro­dot­to di­ver­so, in­ter­na­zio­na­le, fat­to dal­le na­vi più spet­ta­co­la­ri e mo­der­ne e un soft­ware all in­clu­si­ve. La ca­rat­te­riz­za­zio­ne è si­cu­ra­men­te quel­la di un pro­dot­to in­ter­na­zio­na­le non osti­le agli ita­lia­ni un mer­ca­to che non po­trà di­ven­ta­re la par­te prin­ci­pa­le del bu­si­ness Royal ma che con que­sto po­si­zio­na­men­to vogliamo far cre­sce­re an­co­ra ne­gli an­ni a ve­ni­re”. Tre gli in­gre­dien­ti del­la ri­cet­ta buo­na per la cre­sci­ta, fre­schi e di gran­de qua­li­tà.“Ab­bia­mo pro­dot­ti nuo­vi:

Sa­rà va­ra­ta fra un an­no: lar­go uso di tec­no­lo­gia avan­za­ta e le at­ti­vi­tà più in­cre­di­bi­li in ma­re per cro­cie­ri­sti co­rag­gio­si

il pri­mo è il po­si­zio­na­men­to del­la Rhap­so­dy of the Seas da Ro­ma per cro­cie­re di 7 not­ti ver­so Gre­cia (San­to­ri­ni e Mi­ko­nos) e Turchia. Si trat­ta di un pro­dot­to che co­pre un vuo­to di iti­ne­ra­ri da Ro­ma, in par­ti­co­la­ri gli iti­ne­ra­ri da 7 not­ti sul­la Gre­cia in par­ten­za da Ci­vi­ta­vec­chia”. E poi c’è Al­lu­re, la nave più spet­ta­co­la­re al mon­do. “So­sti­tui­sce la Li­ber­ty, ha di­men­sio­ni più gran­di e un ap­peal mag­gio­re sul­la clien­te­la che l’ha por­ta­ta a ven­de­re be­ne e in an­ti­ci­po. La ter­za le­va è la cre­sci­ta del brand Ce­le­bri­ty Crui­ses in Ita­lia:“Si sta af­fer­man­do sem­pre di più sul mer­ca­to gra­zie al­la Ce­le­bri­ty Re­flec­tion, la nave prin­ci­pa­le che sem­pre da Ro­ma si di­ri­ge su Gre­cia e Turchia con iti­ne­ra­ri di du­ra­ta mag­gio­re ri­spet­to a quel­li del­la Rhap­so­dy of the Seas”. Im­pe­gna­te quin­di con pro­gram­ma­zio­ni che le al­tre com­pa­gnie non co­pro­no, le tre na­vi stan­no trai­nan­do la cre­sci­ta del grup­po Royal che, spie­ga Ro­ton­do, ve­de il fat­tu­ra­to cre­sce­re ve­lo­ce­men­te in Ita­lia; se­con­do i più re­cen­ti, l’in­cre­men­to ha toc­ca­to quota 60%. “So­no se­gna­li po­si­ti­vi fi­gli di un ritmo da man­te­ne­re nei pros­si­mi due me­si, quel­li del­le ven­di­te for­ti in cui si de­ci­de­rà l’esta­te”. Il fu­tu­ro ve­de la pre­sen­za nel Mediterraneo di una del­le due na­vi di clas­se Quan­tum, la se­con­da di que­sta clas­se, An­them, sa­rà pre­sen­ta­ta a fi­ne apri­le. Per man­te­ne­re il trend di cre­sci­ta, Royal Ca­rib­bean af­fi­da le sue spe­ran­ze al­la rete di vendita del­le agen­zie, con un rap­por­to che do­po qual­che an­no di in­ve­sti­men­ti in Ita­lia, co­min­cia ad ave­re una con­no­ta­zio­ne più chia­ra. “Pun­tia­mo sul­le 150 Royal Am­bas­sa­dor, le no­stre agen­zie ita­lia­ne part­ner al­le qua­li con­ce­dia­mo un trat­ta­men­to di­ver­so, con com­mis­sio­ni più al­te ed at­ti­vi­tà di co­mar­ke­ting. An­che per il re­sto del mer­ca­to, i no­stri re­gi­mi com­mis­sio­na­li so­no ge­ne­ro­si. Il pro­dot­to Royal in­fat­ti, ne­gli ul­ti­mi due an­ni è cre­sciu­to a li­vel­lo di red­di­ti­vi­tà per le agen­zie. Per un mo­ti­vo mol­to sem­pli­ce: sia­mo fuori dal la­st minute per­ché la no­stra ca­pa­ci­tà sul mer­ca­to è quel­la giu­sta. Il fat­to che la clien­te­la ten­da per esem­pio ad orien­tar­si sul­le ca­bi­ne con balcone e i prez­zi cre­sciu­ti, sta tra­sfe­ren­do al­le adv una mar­gi­na­li­tà im­por­tan­te. Di con­se­guen­za, il ri­ca­vo per sin­go­lo pas­seg­ge­ro è cre­sciu­to del 50% ne­gli ul­ti­mi due an­ni”. Per cui, pa­ra­fra­san­do il con­si­glio in una fa­mo­sa pub­bli­ci­tà, si po­treb­be di­re: me­di­ta­te gente, me­di­ta­te…

Al­lu­re of the Seas

Gian­ni Ro­ton­do

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.