MSC Cro­cie­re è già nel fu­tu­ro

il Giornale del Turismo Magazine - - CROCIERE - An­to­nio Del Pia­no

Di­ven­ta­re la pri­ma azien­da in Ita­lia, e non solo in Ita­lia. Le car­te da gio­ca­re so­no già fra le ma­ni e prime fra tut­te i gran­di in­ve­sti­men­ti in at­to e l’en­tu­sia­smo dei tan­ti gio­va­ni che ne fan­no par­te. È l’obiet­ti­vo di MSC Cro­cie­re che il Ceo del­la Com­pa­gnia, Gian­ni Ono­ra­to, ha di­chia­ra­to in oc­ca­sio­ne del­la pre­sen­ta­zio­ne del ca­ta­lo­go 2016/2017. Un ca­ta­lo­go che con­tie­ne già trat­ti di fu­tu­ro, con i pri­mi det­ta­gli del­le due na­vi che sa­ran­no con­se­gna­te pro­prio nel 2017. “Co­min­cia la se­con­da fa­se del pro­gram­ma di cre­sci­ta su cui l’azien­da ha in­ve­sti­to 5,1 mi­liar­di di eu­ro – ha fat­to sa­pe­re Ono­ra­to – ini­zia­to con il Pro­get­to Ri­na­sci­men­to per l’al­lun­ga­men­to del­le 4 unità del­la clas­se Li­ri­ca, con la sod­di­sfa­zio­ne di aver­lo po­tu­to fa­re in Ita­lia con la Fin­can­tie­ri di Palermo. Il pia­no sa­rà com­ple­ta­to en­tro la fi­ne di que­st’an­no e ci con­se­gne­rà quat­tro na­vi mol­to più com­pe­ti­ti­ve che guar­da­no al pro­dot­to su cui pun­tia­mo per il fu­tu­ro”. Il se­con­do step pren­de il via pro­prio con l’usci­ta del nuo­vo ca­ta­lo­go.“In es­so sve­lia­mo le prime ca­rat­te­ri­sti­che del­le na­vi del fu­tu­ro. Quat­tro na­vi so­no in costruzione e al­tre tre in op­zio­ne. Si trat­ta di unità di­ver­se fra lo­ro. Quel­le co­strui­te nei can­tie­ri STX France avran­no al­tre ca­rat­te­ri­sti­che ri­spet­to a quel­le che usci­ran­no da Fin­can­tie­ri. La pri­ma nave in ar­ri­vo nel 2017, fa par­te del Pro­get­to Vi­sta e sa­rà la più gran­de unità mai co­strui­ta da un ar­ma­to­re eu­ro­peo, la se­con­da per ca­pa­ci­tà. “Sa­rà do­ta­ta di 2550 ca­bi­ne e avrà ca­pa­ci­tà di 5700 pas­seg­ge­ri. Ri­spet­to al­la nave più gran­de sul mer­ca­to (la Oa­sis of the Seas di Royal Ca­rib­bean) che ha del­le li­mi­ta­zio­ni per i por­ti a cau­sa del­le di­men­sio­ni, la no­stra ha un pro­get­to che per­met­te di po­ter sca­la­re qualsiasi por­to esi­sten­te, so­prat­tut­to fra quel­li im­por­tan­ti”. Da Fin­can­tie­ri ar­ri­ve­rà nel­lo stes­so an­no un’unità più pic­co­la (da 2050 ca­bi­ne) che fa par­te del Pro­get­to Sea­si­de, an­che que­sta pri­ma di un or­di­ne di due.“E sa­rà co­mun­que fra le prime tre al mon­do” ha sot­to­li­nea­to Ono­ra­to che poi ha ag­giun­to:“Tut­te que­ste na­vi ci con­sen­ti­ran­no di pas­sa­re da 1700mi­la a 3200mi­la pas­seg­ge­ri, os­sia di rad­dop­pia­re gli ospiti da qui al 2022 . Si stu­dia­no an­che nuo­ve mosse da far muovere al­la flot­ta sul­lo scac­chie­re ma­ri­no:“Il co­re bu­si­ness re­sta l’Eu­ro­pa an­che se na­vi­ghe­re­mo in tut­to il mon­do con programmi di svi­lup­po in Su­da­me­ri­ca e Su­da­fri­ca e guar­dia­mo con at­ten­zio­ne all’Asia che è un mer­ca­to che cre­sce so­prat­tut­to nel Mediterraneo”. Al­la ri­cer­ca del­la lea­der­ship de­fi­ni­ti­va, MSC Cro­cie­re in­ve­sti­rà su due aree:“So­no due fra le no­stre prin­ci­pa­li ec­cel­len­ze. la pri­ma è la ga­stro­no­mia e la ri­sto­ra­zio­ne, e que­sto spie­ga la part­ner­ship con Ex­po do­ve si par­le­rà di ci­bo e di nu­tri­zio­ne. Il ci­bo è un ele­men­to im­por­tan­te nel­la scel­ta del con­su­ma­to­re e li vogliamo ec­cel­le­re. Da qui an­che la part­ner­ship con Ea­ta­ly”. L’al­tro ele­men­to di pun­ta è l’in­trat­te­ni­men­to che ve­drà uno spet­ta­co­lo di­ver­so per ogni se­ra del cro­cie­ra, ben sei per iti­ne­ra­rio. “Con il nuo­vo ca­ta­lo­go con­se­gnia­mo al no­stro pub­bli­co una vi­sio­ne del­la cro­cie­ra in tutti i ma­ri del mon­do fi­no a mag­gio 2017 – ha ag­giun­to il coun­try ma­na­ger Ita­lia Leo­nar­do Mas­sa – MSC Cro­cie­re ha l’obiet­ti­vo di arricchire ul­te­rior­men­te i pro­dot­ti a scaf­fa­le an­dan­do a com­ple­ta­re l’of­fer­ta con iti­ne­ra­ri sem­pre nuo­vi in gra­do di sod­di­sfa­re tut­te le ri­chie­ste dei viag­gia­to­ri que­sto mo­ti­vo pun­tia­mo a di­ver­si­fi­ca­re il pro­dot­to cro­cie­ra con novità come le Long Crui­ses, iti­ne­ra­ri fi­no a due settimane nel Mediterraneo e nel Nord Eu­ro­pa e i Grand Tour, com­bi­na­zio­ni di due o più cro­cie­re in un uni­co viag­gio che può du­ra­re da 14 a 28 not­ti. Con­fer­ma­ti i pac­chet­ti Vo­la e Vai”.

Nel nuo­vo ca­ta­lo­go gli iti­ne­ra­ri

fi­no al 2017 e i pri­mi det­ta­gli sul­le nuo­ve na­vi

Gian­ni Ono­ra­to

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.