ME­GLIO “OLD STYLE”

È più si­cu­ra, ro­bu­sta, ma­ri­na una bar­ca di vec­chia ge­ne­ra­zio­ne o una di og­gi, più mo­der­na?

Il Giornale della Vela - - A Confronto -

Una pre­mes­sa, qui non si di­scu­te se una bar­ca di vec­chia ge­ne­ra­zio­ne sia più bel­la di una con­tem­po­ra­nea. Non di­squi­sia­mo se un vec­chio Grand So­leil o Swan de­gli an­ni ’70 sia este­ti­ca­men­te più gra­de­vo­le dei mo­del­li at­tua­li de­gli stes­si pro­dut­to­ri. Quel­la è una que­stio­ne di gu­sti, di este­ti­ca. Sia­mo qui in­ve­ce, nel­lo stu­dio di Ro­ber­to Bi­scon­ti­ni, per ca­pi­re, una vol­ta per tut­te, se han­no ra­gio­ne quel­li che so­sten­go­no che le bar­che “old style” so­no più si­cu­re, ro­bu­ste, na­vi­ga­no me­glio, in una pa­ro­la se so­no più ma­ri­ne, o vi­ce­ver­sa so­no mi­glio­ri le bar­che “con­tem­po­ra­nee”. Una di­scus­sio­ne che ap­pas­sio­na, che ha coin­vol­to cen­ti­na­ia di let­to­ri sul web

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.