IL NO­ME GIU­STO CHE BAR­CA È SE­CON­DO LA LEG­GE

Il Giornale della Vela - - Diario Di Bordo -

Il nuo­vo Co­di­ce del­la Nau­ti­ca ha ri­vi­sto la clas­si­fi­ca­zio­ne del­le im­bar­ca­zio­ni da di­por­to. Per non sba­glia­re, ec­co co­me la nuo­va leg­ge de­fi­ni­sce le bar­che. UNI­TA’ DA DI­POR­TO è ogni bar­ca di qua­lun­que ti­po e con qua­lun­que mez­zo di propulsione. NA­VE DA DI­POR­TO MAG­GIO­RE è un’im­bar­ca­zio­ne con lun­ghez­za sca­fo su­pe­rio­re a 24 me­tri e di staz­za su­pe­rio­re a 600 ton­nel­la­te di staz­za lor­da. NA­VE DA DI­POR­TO MI­NO­RE è una bar­ca con lun­ghez­za sca­fo su­pe­rio­re a 24 me­tri ma che ha una staz­za fi­no a 600 ton­nel­la­te di staz­za lor­da. NA­VE DA DI­POR­TO MI­NO­RE STO­RI­CA è una bar­ca con lun­ghez­za sca­fo su­pe­rio­re a 24 me­tri con staz­za fi­no a 100 ton­nel­la­te di staz­za lor­da, co­strui­ta pri­ma del 1° gen­na­io 1967. IM­BAR­CA­ZIO­NE DA DI­POR­TO è una bar­ca con lun­ghez­za sca­fo com­pre­sa tra 10 e 24 me­tri. NA­TAN­TE DA DI­POR­TO è una bar­ca con lun­ghez­za sca­fo pa­ri o in­fe­rio­re a 10 me­tri. Vi ri­cor­dia­mo che le bar­che sot­to i 10 me­tri non so­no im­ma­tri­co­la­te e non ne­ces­si­ta­no di pa­ten­te se il mo­to­re è in­fe­rio­re ai 40 cv di po­ten­za.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.