La vit­ti­ma di giu­sti­zia e il la­dro che la fa fran­ca

Il Mattino (Avellino) - - Da Prima Pagina - Gi­gi Di Fio­re

Un sin­da­co ac­cu­sa­to di ma­fia as­sol­to do­po sei an­ni, un la­dro sco­per­to men­tre ru­ba un’au­to la­scia­to li­be­ro dal giu­di­ce. Ac­ca­de in Cam­pa­nia, ac­ca­de nel­lo stes­so gior­no. La giu­sti­zia e i suoi pa­ra­dos­si, le sue lun­gag­gi­ni, le sue at­te­se. L’il­lo­gi­ci­tà di pro­ce­du­re dai tem­pi im­pos­si­bi­li e di­scre­zio­na­li­tà giu­di­can­ti che la­scia­no sor­pre­si. C’è un pic­co­lo pre­giu­di­ca­to sco­per­to con le ma­ni nel sac­co, pron­to a ru­ba­re un’au­to con tan­to di cac­cia­vi­te per apri­re la por­tie­ra, tor­cia e chia­ve in­gle­se. I ca­ra­bi­nie­ri lo sor­pren­do­no, lo ar­re­sta­no, il pm chie­de gli ar­re­sti do­mi­ci­lia­ri mo­ti­va­ti an­che dai pre­ce­den­ti del gio­va­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.