La pas­sio­ne in­fiam­ma la re­te: «For­za ra­gaz­zi, ora il riscatto»

Im­pres­sio­ni e con­si­gli na­vi­gan­do tra le pa­gi­ne del web

Il Mattino (Benevento) - - Da Prima Pagina -

for­se di un uo­mo del qua­le il mi­ster pa­re es­ser­si di­men­ti­ca­to, Vio­la. Il gio­co espres­so è sot­to gli oc­chi di tut­ti, ep­pu­re c’è un Co­da che sem­bra lon­ta­no dal­la por­ta e po­co in­ci­si­vo. Sul mer­ca­to di­co so­lo che nel­le in­ten­zio­ni era ot­ti­mo, poi ap­pli­can­do­lo al­la real­tà ci si è re­si con­to che è più dif­fi­ci­le del pre­vi­sto. Nei va­lo­ri que­sta ro­sa se la può gio­ca­re con­tro qual­sia­si squa­dra».

Non man­ca il ca­rat­te­re, co­me evi­den­zia il di­ret­to­re de «Il Va­glio.it» «Una squa­dra che non si è di­mo­stra­ta in­fe­rio­re al­le av­ver­sa­rie che ha in­con­tra­to fi­no­ra. Di que­sto va da­to me­ri­to all’al­le­na­to­re, sia sul pia­no del gio­co che sul pia­no atle­ti­co. So­no ne­ces­sa­ri pe­rò de­gli ac­qui­sti, in­nan­zi­tut­to in at­tac­co, ma­ga­ri con una pun­ta cen­tra­le che sap­pia con­cre­tiz­za­re le oc­ca­sio­ni che si crea­no, co­sa che non è av­ve­nu­ta fi­no­ra». Per la pros­si­ma di cam­pio­na­to i san­ni­ti in­con­tre­ran­no una «squa­dra più for­te del­le due pre­ce­den­ti – con­ti­nua - ma con la qua­le pos­so­no an­che centrare il ri­sul­ta­to».

Per che se­gue i gial­lo­ros­si per «il­qua­der­no.it», «sa­rà im­por­tan­te man­te­ne­re al­to il mo­ra­le an­che per­ché nel­le pros­si­me set­ti­ma­ne si gio­che­ran­no gare im­por­tan­ti. Due di que­ste sa­ran­no tra le mu­ra ami­che del Vi­go­ri­to che do­vrà tra­sfor­mar­si in un ve­ro e pro­prio for­ti­no. Sa­rà qui che do­vrà ma­ci­na­re pun­ti. Pro­ba­bil­men­te nel­le pri­me due usci­te ha pa­ga­to un po’ lo scot­to del­la ma­tri­co­la ma le pre­sta­zio­ni non so­no man­ca­te. Bel­lo ve­de­re co­me an­che il pub­bli­co sia or­mai ma­tu­ro e pron­to per la se­rie A. Que­gli ap­plau­si fi­na­li ren­do­no me­ri­to a quan­to fat­to ve­de­re dai gial­lo­ros­si».

In­tan­to su­per­vi­sor di “I am Cal­cio Be­ne­ven­to”, evi­den­zia che “dal pun­to di vi­sta del gio­co più di qual­co­sa si è vi­sto. Le due scon­fit­te, pe­rò, pa­le­sa­no i li­mi­ti del­la ro­sa: man­can­za di so­sti­tu­ti ade­gua­ti per Ci­ci­ret­ti e D’Ales­san­dro che, vi­sto il mo­du­lo e il ruo­lo, an­dran­no spes­so in de­bi­to di os­si­ge­no; una pun­ta che ab­bia l’au­ten­ti­co fiu­to del gol; un cen­tra­le di cen­tro­cam­po di ca­te­go­ria da af­fian­ca­re a Ca­tal­di; un al­tro cen­tra­le di di­fe­sa da af­fian­ca­re a ca­pi­tan Lu­cio­ni».

Re­sta­no pe­rò le emo­zio­ni del­le pri­me due gior­na­te per «qual­co­sa che va ol­tre ogni so­gno» co­me spie­ga per «gaz­zet­ta­be­ne­ven­to.it»: «Ora pe­rò si de­ve fa­re in mo­do che que­sto so­gno con­ti­nui. Il la­vo­ro da com­pie­re è tan­to e la squa­dra ne­ces­si­ta di rin­for­zi di qua­li­tà, che ele­vi­no il tas­so tec­ni­co a di­spo­si­zio­ne di mi­ster Ba­ro­ni. Que­ste ul­ti­me ore di mer­ca­to so­no fon­da­men­ta­li».

Dal­la gran­de «re­te gial­lo­ros­sa» Lu­ca Mir­ra, che se­gue il cal­cio su «bma­ga­zi­ne.it», lan­cia gli ha­sh­tag del mo­men­to. «Il Be­ne­ven­to si tro­va in una si­tua­zio­ne fu­nam­bo­li­ca, pro­du­ce tan­to ma rea­liz­za po­co, ed è sta­to pu­ni­to al­la mi­ni­ma di­sat­ten­zio­ne. Ba­ro­ni è con­sa­pe­vo­le dei li­mi­ti del­la squa­dra e ha fat­to un’ana­li­si mol­to lu­ci­da par­lan­do di #pa­ra­dos­so­gial­lo­ros­so, os­sia ma­ci­na­re chi­lo­me­tri ma man­ca­re il ri­sul­ta­to fi­na­le e non ot­te­ne­re pun­ti: man­ca #più­vio­len­za­sot­to­por­ta. Le sor­ti del Be­ne­ven­to so­no so­spe­se tra il mer­ca­to e il tour de for­ce del­le pros­si­me par­ti­te, con­tro squa­dre dif­fi­ci­li, in cui si do­vrà sof­fri­re fi­no al cen­te­si­mo mi­nu­to».

In­tan­to in re­te cir­co­la­no gli umo­ri dei ti­fo­si, che

è tor­na­ta a in­ter­cet­ta­re per «emo­zio­nin­re­te.com». «L’obiet­ti­vo di­chia­ra­to è una sal­vez­za tran­quil­la ma so­prat­tut­to la vo­lon­tà di non es­se­re so­lo una par­te­ci­pan­te in se­rie A. Al­la pro­va del cam­po il Be­ne­ven­to ha gua­da­gna­to due scon­fit­te in al­tret­tan­te par­ti­te. Il cuo­re, per la ve­ri­tà, non è ba­sta­to, per­ché non è ba­sta­to il mer­ca­to. Al mo­men­to la squa­dra ha i con­no­ta­ti di un’ot­ti­ma for­ma­zio­ne di se­rie B, do­ve man­ca­no ele­men­ti in gra­do di ri­sol­ve­re la ga­ra. Ov­via­men­te sia­mo so­lo all’ini­zio e tut­to po­trà an­co­ra ac­ca­de­re. L’au­spi­cio è che si rie­sca a con­fer­ma­re la se­rie e che si ca­pi­sca­no poi be­ne le di­na­mi­che per so­prav­vi­ver­ci».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.