L’ur­lo di Tar­del­li: «Fe­de­ra­zio­ne da az­ze­ra­re è ne­ces­sa­ria la ri­for­ma dei cam­pio­na­ti»

Il Mattino (Benevento) - - Da Prima Pagina -

c’era­no dei pic­co­li club con dei mae­stri non so­lo di cal­cio ma an­che di vi­ta. Uo­mi­ni che aiu­ta­va­no i ra­gaz­zi­ni co­me me a cre­sce­re, a for­mar­si. Dei ve­ri fa­ri per tut­to».

«Nel­la no­stra se­rie A non mi pa­re che la qua­li­tà sia au­men­ta­ta, an­zi è mol­to ca­la­ta. I giovani non so­gna­no il pas­so se­guen­te, ma su­bi­to il gran­de pal­co­sce­ni­co. Io ave­vo co­na­ti di vo­mi­to pri­ma di en­tra­re in cam­po e non dor­mi­vo di not­te dai dub­bi su me stes­so». Ognu­no di­fen­de i suoi in­te­res­si e per­de di vi­sta l’obiet­ti­vo». «E pe­ral­tro mol­ti non han­no l’abi­tu­di­ne a gio­ca­re ad al­tis­si­mi li­vel­li. Quel­li che so­no an­da­ti all’este­ro non han­no fat­to be­ne. Il pro­ble­ma del­la no­stra se­rie A è che non c’è più un cam­pio­ne ita­lia­no: dei Del Pie­ro, Tot­ti, Bag­gio e Pir­lo si so­no per­se le trac­ce».

«Per­ché ai ra­gaz­zi­ni si in­se­gna la tat­ti­ca in ma­nie­ra os­ses­si­va. In­ve­ce oc­cor­re­reb­be ri­co­min­cia­re dal gio­co: ma­ga­ri an­che im­po­nen­do agli istrut­to­ri e agli al­le­na­to­ri dei set­to­ri gio­va­ni­li del­le re­go­le. Ma ci vuo­le la vo­glia di far­lo».

«La Sve­zia ar­ri­ve­reb­be a me­tà clas­si­fi­ca nel no­stro cam­pio­na­to. E poi ri­nun­cia­re a In­si­gne è una co­sa dav­ve­ro in­com­pren­si­bi­le».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.