Ave­va uc­ci­so la mo­glie: am­maz­za la com­pa­gna

Il Mattino - - ATTUALITÀ - Paolo Mel­chior­re

CA­NO­SA DI PU­GLIA. Vi­ve­va con la fi­glia da die­ci an­ni, da quan­do, di­mes­so per­ché ri­te­nu­to non più so­cial­men­te pe­ri­co­lo­so, ave­va la­scia­to il ma­ni­co­mio giu­di­zia­rio di Aver­sa (Ca­ser­ta), do­ve ave­va tra­scor­so die­ci an­ni per aver uc­ci­so la mo­glie in un rap­tus di ge­lo­sia. La not­te tra ve­ner­dì e sa­ba­to, 20 an­ni do­po quel de­lit­to, lo stes­so uo­mo, un 49en­ne di Ca­no­sa di Pu­glia, ha uc­ci­so an­co­ra, se­con­do quan­to ac­cer­ta­to dal­la po­li­zia, e la sua vit­ti­ma è sta­ta la don­na con la qua­le ave­va da qual­che tem­po una re­la­zio­ne, La­k­bi­ra El Hayj, 40en­ne ma­roc­chi­na. Anche sta­vol­ta mo­ven­te sa­reb­be sta­ta la ge­lo­sia, per­ché la don­na avreb­be sco­per­to il tri­ste pas­sa­to dell'uo­mo de­ci­den­do di in­ter­rom­pe­re la re­la­zio­ne.

La­k­bi­ra, che la­vo­ra­va sal­tua­ria­men­te in pae­se co­me ba­dan­te, è sta­ta uc­ci­sa nel suo ap­par­ta­men­to, in via Vi­to Ro­sa. Il 49en­ne, ora in car­ce­re con l'ac­cu­sa di omi­ci­dio, fre­quen­ta­va spes­so quell'abi­ta­zio­ne, ma vi­ve­va con la fi­glia che era una bam­bi­na quan­do la ma­dre fu uc­ci­sa e a quel­la tra­ge­dia avreb­be anche as­si­sti­to. È sta­ta una te­le­fo­na­ta al­la po­li­zia a da­re l'al­lar­me po­co do­po la mez­za­not­te. Giun­ti in via Ro­sa, gli agen­ti han­no tro­va­to il ca­da­ve­re del­la don­na sull'uscio di ca­sa e l'uo­mo in sta­to con­fu­sio­na­le con gli abi­ti macchiati di san­gue.

Con­dot­to in com­mis­sa­ria­to, il 49en­ne ha rac­con­ta­to al pm Giuseppe Ma­ral­fa, del­la Pro­cu­ra di Tra­ni, che po­co pri­ma qual­cu­no ave­va bus­sa­to al­la por­ta dell'ap­par­ta­men­to. La­k­bi­ra avreb­be aper­to e uno sco­no­sciu­to avreb­be spa­ra­to al­cu­ni col­pi di pi­sto­la, uc­ci­den­do la don­na e scom­pa­ren­do nel buio. Il com­pa­gno di La­k­bi­ra non avreb­be sa­pu­to spie­ga­re pe­rò in mo­do con­vin­cen­te la pre­sen­za delle mac­chie di san­gue sui suoi abi­ti ed è anche sta­to sot­to­po­sto al­lo stub. I po­li­ziot­ti han­no co­min­cia­to a sen­ti­re anche ami­che, co­no­scen­ti e vi­ci­ni di ca­sa del­la vit­ti­ma. Sa­reb­be co­sì emer­so che di re­cen­te La­k­bi­ra ave­va sco­per­to il pas­sa­to tutt'al­tro che tran­quil­lo del suo uo­mo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.