Il Pa­laz­zo del lus­so nel cuo­re di Roma

Do­po un­di­ci an­ni di at­te­sa ha aper­to in via del Tri­to­ne il gran­de ma­gaz­zi­no su 8 pia­ni che ri­vo­lu­zio­na le aree espo­si­ti­ve All'in­gres­so ac­ces­so­ri an­zi­ché pro­fu­me­ria, nien­te bam­bi­no e spa­zio al de­si­gn e agli emer­gen­ti. Due ter­raz­ze ri­sto­ran­te

Il Messaggero - - MACRO - PRAN­ZO E CE­NA GRIFFE STORICHE An­na Fran­co

Con ol­tre 800 brand pre­sen­ti, 14mi­la me­tri qua­dri di su­per­fi­cie, 650 la­vo­ra­to­ri e un in­ve­sti­men­to di 200 mi­lio­ni di eu­ro, di cui 24 in one­ri ur­ba­ni­sti­ci, la sfi­da lan­cia­ta dal­la Ri­na­scen­te ap­pe­na inau­gu­ra­ta nel cuo­re di Roma, con dop­pia en­tra­ta a via del Tri­to­ne e via dei Due Ma­cel­li, è af­fa­sci­nan­te. Un­di­ci an­ni di at­te­sa e 1.852 gior­ni di can­tie­re per ac­qui­si­re e tra­sfor­ma­re i cin­que im­mo­bi­li che com­pon­go­no il gran­de ne­go­zio su 8 pia­ni aper­to dal­le 9,30 di mat­ti­na al­le 11 di se­ra. Dall'aria de­ci­sa­men­te di­na­mi­ca. Al pia­no me­no 1 so­no visibili i re­sti dell'Ac­que­dot­to Ver­gi­ne del I se­co­lo a.C., ele­men­to moz­za­fia­to frui­bi­le da tutti i vi­si­ta­to­ri men­tre gu­sta­no un caf­fè o par­te­ci­pa­no agli even­ti nell'adia­cen­te area espo­si­ti­va. Sa­len­do all'ul­ti­mo pia­no, de­di­ca­to al ci­bo, in­can­ta­no le due gran­di ter­raz­ze in­ca­sto­na­te tra i tet­ti del­la Ca­pi­ta­le. Lo sguar­do è at­ti­ra­to dal cam­pa­ni­le di Sant'An­drea del­le Frat­te del Bor­ro­mi­ni, per poi al­lar­gar­si su una vi­sta a tre­cen­to­ses­san­ta gra­di. Quas­sù è pos­si­bi­le pran­za­re o gu­sta­re un ape­ri­ti­vo al tra­mon­to. L'of­fer­ta cu­li­na­ria è am­pia. Dal­le proposte del­lo chef stellato Ric­car­do Di Giacinto a Ma­de­lTer­ra­neo, più ve­lo­ci per la pau­sa pran­zo e più strut­tu­ra­te per la ce­na, quel­le nip­po-bra­si­lia­ne di Te­ma­ki­n­ho, quel­le bio di Vi­vi Bi­strot con il nuo­vo Jui­ce & Sa­lad Bar, do­ve pro­va­re in­sa­la­te, zup­pe ed estrat­ti di frut­ta e ver­du­ra, e, poi piz­za e piat­ti dal­la for­te iden­ti­tà ro­ma­na, ac­com­pa­gna­ti da un'am­pia scel­ta di eti­chet­te di vi­no, da Can­ti­na Feu­di di San Gre­go­rio. Sem­pre qui si pos­so­no an­che ac­qui­sta­re spe­cia­li­tà gour­met ita­lia­ne e in­ter­na­zio­na­li.

Cuo­re del gran­de ne­go­zio, che go­de del­la lu­ce na­tu­ra­le di una cor­te in­ter­na e in­glo­ba un pa­laz­zet­to dei pri­mi del No­ve­cen­to tu- te­la­to del­la So­vrin­ten­den­za, so­no i cin­que pia­ni de­di­ca­ti al­la mo­da. Le re­go­le di sud­di­vi­sio­ne de­gli spa­zi dei gran­di ma­gaz­zi­ni so­no sov­ver­ti­te. Nor­mal­men­te il pia­no ter­ra è de­di­ca­to al­la pro­fu­me­ria. Qui, in­ve­ce, si è pen­sa­to di apri­re le por­te a un'on­da­ta di pu­ro lus­so con gli ac­ces­so­ri. Pro­prio sot­to il lu­cer­na­rio spic­ca­no bor­se e scar­pe Pra­da, men­tre ac­can­to Gucci si fa no­ta­re con un corner ro­sa shocking e un pa­vi­men­to in mo­sai­co. Louis Vuitton oc­cu­pa uno spa­zio dop­pio in al­tez­za, Ch­ri­stian Dior met­te in mo­stra le sue it-bag e non man­ca­no oc­chia­li da so­le e gio­iel­li. Do­po un pri­mo pia­no de­di­ca­to al­la lin­ge­rie e al beau­ty, con qual­che esclu­si­va per Ri­na­scen­te, ce ne so­no due per la mo­da ma­schi­le e due per quel­la fem­mi­ni­le, con spa­zi per le pri­me li­nee e le col­le­zio­ni più gio­va­ni. Nei va­ri pia­ni so­no pre­sen­ti le griffe storiche, co­me Va­len­ti­no, Em­po­rio Ar­ma­ni, Lan­vin, Bot­te­ga Ve­ne­ta, Mon­cler, men­tre nel cen­tro del­le aree ci so­no corner espo­si­ti­vi con brand emer­gen­ti scel­ti di­ret­ta­men­te dal­la Ri­na- scen­te. Si trat­ta di una zo­na che spe­ri­men­ta le ten­den­ze, sul­la scia di quel­la vo­glia di no­vi­tà che per­mea l'in­te­ro ne­go­zio. Uni­ca as­sen­te, ma giu­sti­fi­ca­ta, la mo­da bam­bi­no, vi­sto che si è pre­fe­ri­to da­re un'area il più on­ni­com­pren­si­va pos­si­bi­le al mon­do adul­to. Una del­le (tan­te) chic­che del­la strut­tu­ra è senz'al­tro il “De­si­gn su­per­mar­ket”. Un po­sto uni­co in Ita­lia, do­ve si pos­so­no tro­va­re og­get­ti adat­ti a tut­te le ta­sche con un'of­fer­ta che pas­sa dal­la car­to­le­ria al­le lam­pa­de, dai piat­ti al­le pen­to­le, dai com­ple­men­ti di ar­re­do ai gad­get più par­ti­co­la­ri. Tra i mar­chi pre­sen­ti Bo­dum, Ales­si, Knoll, Cap­pel­li­ni, Kar­tell, Fri­tz Han­sen, Mo­le­ski­ne, Ve­ni­ni, Pan­to­ne.

Ad ac­com­pa­gna­re lo shop­ping mu­si­ca dif­fe­ren­te a seconda di pia­ni, ore e sta­gio­ni. An­che le ve­tri­ne cam­bie­ran­no ogni due set­ti­ma­ne. Tra le at­ten­zio­ni per il clien­te la pos­si­bi­li­tà di con­sul­ta­re un per­so­nal shop­per, ma so­prat­tut­to il ser­vi­zio on de­mand. Con un mes­sag­gio Wha­tsApp è pos­si­bi­le con­tat­ta­re un esper­to, chie­de­re in­fo su un pro­dot­to e consigli in­vian­do una fo­to di ciò che si cerca o del­la pro­pria fi­gu­ra. A ca­sa ar­ri­ve­rà una con­fe­zio­ne con un ca­pi­tel­lo crea­to dal­le let­te­re del­la pa­ro­la Roma.

CORNER RO­SA SHOCKING PER GUCCI, DUE LI­VEL­LI PER LOUIS VUITTON A TAVOLA LE PROPOSTE DEL­LO CHEF STELLATO RIC­CAR­DO DI GIACINTO

LE PROPOSTE Il beau­ty è al pri­mo pia­no, se­guo­no due li­vel­li per la mo­da don­na e due per l'uo­mo Dal­le ter­raz­ze si go­de una vi­sta moz­za­fia­to sui tet­ti di Roma

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.