ROS­SI, LA DIF­FI­COL­TÀ DI SENTIRSI AR­BI­TRO

Il Dot­to­re, mes­si da par­te i so­gni mon­dia­li, può gui­da­re al ti­to­lo Vi­na­les. «Dal­la Ya­ma­ha nes­sun or­di­ne», di­ce Va­le

Il Messaggero - - SPORT -

si­de­ro­so di vo­ler con­qui­sta­re fi­nal­men­te una vit­to­ria con la Du­ca­ti do­po un lun­go pe­rio­do di adat­ta­men­to con la Ros­sa. C'è so­pra­tut­to un Va­len­ti­no Ros­si, di­stan­zia­to in­ve­ro di 56 pun­ti, ma che sen­za la frat­tu­ra al­la gam­ba pa­ti­ta pri­ma di Mi­sa­no, si sa­reb­be po­tu­to ri­tro­va­re nel­la lot­ta per quel de­ci­mo ti­to­lo che cerca da an­ni di af­fer­ra­re. La do­man­da è sem­pli­ce: co­me si fa a chie­de­re a dei nu­me­ri uno di di­ven­ta­re d'un trat­to dei nu­me­ri due? La que- stio­ne è aper­ta e lo stes­so Va­len­ti­no ha cer­ca­to di of­fri­re il suo pun­to di vi­sta: «Sia io che Pe­dro­sa che Lo­ren­zo po­tre­mo to­glie­re pun­ti ad un pi­lo­ta. Pe­rò pen­so che al­la fi­ne ognu­no fa­rà la pro­pria corsa. Se Ya­ma­ha mi chie­des­se di fa­re gio­chi di squa­dra? Non lo so». C'è tut­to l'ego del cam­pio­ne nel­le pa­ro­le dell'ita­lia­no che ri­de quan­do gli vie­ne ri­cor­da­to l'epi­so­dio del 2010, quan­do l'al­lo­ra com­pa­gno di squa­dra Lo­ren­zo si gio­ca­va il ti­to­lo mon-

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.