Don­na uc­ci­sa nel sot­to­pas­so le fal­le del pia­no an­ti-stu­pro

Do­po l'omi­ci­dio del­la bra­si­lia­na è al­lar­me per le mi­su­re di si­cu­rez­za che non de­col­la­no Gli sgom­be­ri dei tun­nel, tra­sfor­ma­ti in di­mo­re di for­tu­na, av­ven­go­no di ra­do

Il Messaggero - - CRONACA DI ROMA - LE CA­SE

Le nuo­ve te­le­ca­me­re per ga­ran­ti­re la si­cu­rez­za del­le don­ne (e non so­lo) in cit­tà ar­ri­ve­ran­no. Ma non pri­ma del 2018. Nel frat­tem­po si sta ap­pron­tan­do la map­pa­tu­ra dei luo­ghi, mu­ni­ci­pi e par­chi, do­ve ver­ran­no in­stal­la­te, quel­li ri­te­nu­ti più a ri­schio. Ci so­no i tem­pi del­la ga­ra da ri­spet­ta­re e poi gli “occhi elet­tro­ni­ci” già esi­sten­ti (di edi­fi­ci pub­bli­ci e pri­va­ti) da met­te­re in re­te tra lo­ro. Ma non sa­rà fa­ci­le per­ché ognu­no viag­gia su piat­ta­for­me in­for­ma­ti­che dif­fe­ren­ti e il la­vo­ro è de­man­da­to al­la Cit­tà Me­tro­po­li­ta­na. In at­te­sa che in Pre­fet­tu­ra en­tro fi­ne me­se, come an­nun­cia­to, si tor­ni a riu­ni­re il Co­mi­ta­to per l'or­di­ne e la si­cu­rez­za pub­bli­co che do­vrà ti­ra­re le som­me ri­spet­to al pia­no an­ti-stu­pri va­ra­to in ac­cor­do con Cam­pi­do­glio, Re­gio­ne e for­ze dell'or­di­ne, all'in­do­ma­ni dell'ag­gres­sio­ne ai dan­ni di una clo­chard te­de­sca di 57 an­ni a Vil­la Bor­ghe­se, ie­ri un'al­tra don­na è sta­ta vit­ti­ma di vio­len­za: uc­ci­sa e for­se an­che lei stu­pra­ta. Nor­ma Ma­ria Mo­rei­ra Da Sil­va, 49 an­ni, bra­si­lia­na e con qual­che pre­ce­den­te al­le spal­le, da an­ni vi­ve­va da sen­za­tet­to nel­la Ca­pi­ta­le. Il suo cor­po è sta­to rin­ve­nu­to ie­ri mat­ti­na ai pie­di del­la sca­li­na­ta d'ac­ces­so al sot­to­pas­so di Cor­so d'Ita­lia, po­co do­po Por­ta Pia, di fron­te al pa­laz­zo del­le Fer­ro­vie del­lo Sta­to. Un pas­sag­gio buio e ma­leo­do­ran­te, ostag­gio di di­spe­ra­ti e tos­si­ci. Che do­vreb­be ser­vi­re agli ope­ra­to­ri del soc­cor­so per ac­ce­de­re al­la stra­da sot­ter­ra­nea in ca­so di in­ci­den­ti. Da cui do­vreb­be­ro ri­sa­li­re in su­per­fi­cie au­to­mo­bi­li­sti in dif­fi­col­tà, com­pre­se le don­ne. Ma che, come tut­ti gli al­tri ac­ces­si dis­se­mi­na­ti lun­go il Cor­so e il Mu­ro Tor­to, si tra­sfor­ma­no in ter­ra di nes­su­no. Un mon­do sot­ter­ra­neo, na­sco­sto in gal­le­rie e cu­ni­co­li, a vol­te stret­tis­si­mi, per­si­no re­le­ga­ti in lo­ca­li di ser­vi­zio per gli im­pian­ti tec­ni­ci, pe­ri­co­lo­so e inac­ces­si­bi­le. Ogni spor­tel­lo na­scon­de un gia­ci­glio. L'odo­re di uri­na, ovun­que, è nau­sea­bon­do. A ter­ra escre­men­ti uma­ni. I to­pi so­no gli uni­ci al­tri in­qui­li­ni. Sot­to Vil­la Bor­ghe­se i tun­nel so­no di­ven­ta­ti di­mo­re in pian­ta sta­bi­le. Con tan­to di arredamento com­ple­to di cucina, let­ti, at­tac­ca­pan­ni, sto­vi­glie e car­to­ni che fan­no da scaf­fa­li. Se­gno che nes­su­no quei “re­si­den­ti” li ha mai di­stur­ba­ti. Su un mu­ro si leg­ge una pa­squi­na­ta fir­ma­ta “dan­dy” che mol­ti at­tri­bui­sco­no a un an­zia­no clo­chard d'ori­gi­ne pa­ler­mi­ta­na che dor­me nel­le stra­de di Ro­ma: «Noi sen­za­tet­to sia­mo dap­per­tut­to e ovun­que co­struia­mo gli stes­si ri­fu­gi. La

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.