Nell’in­fer­no dell’ura­ga­no Ir­ma: “Siamo vi­vi”

DOLCI DI SI­CI­LIA – La fa­mi­glia La To­na bar­ri­ca­ta in ca­sa. Un vi­deo su Fa­ce­book per gli ami­ci

Il Notiziario - - Uboldo -

di Ste­fa­no Di Ma­ria

UBOL­DO – Tut­ti pre­oc­cu­pa­ti, in pae­se, per la sor­te del­la fa­mi­glia La To­na, che qual­che an­no fa ha la­scia­to Ubol­do per tra­sfe­ri­re la sua pa­stic­ce­ria “Dolci di Si­ci­lia” a Mia­mi Bea­ch. L’im­mi­nen­te ar­ri­vo dell’ura­ga­no Ir­ma in Flo­ri­da ha mes­so in ap­pren­sio­ne gli ami­ci ita­lia­ni, dal­la Si­ci­lia a Ubol­do, che at­tra­ver­so i so­cial han­no scrit­to lo­ro chie­den­do se avreb­be­ro la­scia­to la cit­tà fug­gen­do come tut­ti. Ma i La To­na han­no pre­fe­ri­to rin­for­za­re la pro­pria ca­sa e la pa­stic­ce­ria e bar­ri­car­si den­tro: una de­ci­sio­ne co­rag­gio­sa, tut­ta­via dal lo­ro pun­to di vi­sta la più pra­ti­ca­bi­le in­ve­ce di scap­pa­re chissà do­ve. Eb­be­ne, so­no so­prav­vis­su­ti la­scian­do­si al­le spal­le questo in­cu­bo.

A rac­con­ta­re al No­ti­zia­rio com’è an­da­ta è Mi­che­le La To­na, di­ret­ta­men­te da Mia­mi: “Cer­to è scat­ta­ta l’eva­cua­zio­ne, ma se un cit­ta­di­no si sen­ti­va al si­cu­ro in ca­sa, aven­do tut­te le pro­te­zio­ni del ca­so, po­te­va far­lo: noi, per esem­pio, abi­tia­mo in un pia­no superiore e abbiamo mes­so pa­ra­tie in al­lu­mi­nio ai ve­tri del­le ¿ne­stre, de­ci­den­do di ri­ma­ne­re. Abbiamo avu­to diႈcol­tà a tro­va­re co­per­tu­re per la no­stra pa­stic­ce­ria, ma ce l’abbiamo fat­ta. In pra­ti­ca per gior­ni non abbiamo fat­to al­tro che la­vo­ri di pro­te­zio­ne del­la no­stra ca­sa e del ne­go­zio”. Già sa­ba­to è in­fu­ria­ta una tem­pe­sta tro­pi­ca­le, che pre­ce­de­va l’ura­ga­no Ir­ma: “Dal po­me­rig­gio siamo ri­ma­sti sen­za lu­ce – pro­se­gue La To­na - Co­mun­que è an­da­to tut­to be­ne e in pa­stic­ce­ria abbiamo so­lo tro­va­to un po’ d’ac­qua e, tor­na­ta la lu­ce, abbiamo ria­per­to”.

Mi­che­le ha co­mu­ni­ca­to con tut­ti i suoi ami­ci via Fa­ce­book, po­stan­do in con­ti­nua­zio­ne vi­deo nei qua­li spie­ga­va cosa suc­ce­de­va e cosa stava fa­cen­do per pro­teg­ge­re la sua fa­mi­glia. Cen­ti­na­ia i com­men­ti di so­ste­gno e aႇet­to che ha ri­ce­vu­to: “Rin­gra­zio tut­ti – escla­ma - per­ché sen­ti­re la vo­stra vi­ci­nan­za ci è stato di gran­de aiu­to”.

La pa­stic­ce­ria as­ser­ra­glia­ta, Mi­che­le e la sua fa­mi­glia rin­ta­na­ti in ca­sa du­ran­te l’ura­ga­no e la tem­pe­sta tro­pi­ca­le

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.