Di­na­mi­smo e pre­ci­sio­ne

Eve­li­na Ro­lan­di è un ti­po mol­to me­to­di­co. Da­vi­de Ol­da­ni è uno chef che ama i cam­bia­men­ti. E il mix fun­zio­na be­ne, in fa­mi­glia e al ri­sto­ran­te

La Cucina Italiana - - Notizie Di Cibo -

Ini­zia­mo da­gli ora­ri, per tut­ti un gio­co di in­ca­stri. È co­sì an­che per voi due? C’è chi va e c’è chi vie­ne, lui mai pri­ma di mez­za­not­te, ma per for­tu­na lavoriamo in­sie­me (Eve­li­na si oc­cu­pa del­la co­mu­ni­ca­zio­ne, dell’uf­fi­cio stam­pa e di tut­ti gli even­ti del D’O, ndr). Amo mol­to il mo­men­to del­la co­la­zio­ne, la quie­te pri­ma del­la tem­pe­sta, per­ché ci sia­mo tut­ti e tre, Da­vi­de, la no­stra pic­co­la Ca­mil­la, e io. Chi cu­ci­na a ca­sa? E che co­sa? Di so­li­to toc­ca a me, pa­sta e sca­lop­pi­ne al li­mo­ne van­no al­la gran­de; se non è trop­po stan­co, lo fa an­che lui. C’è un piat­to che ama­te en­tram­bi? Gli spa­ghet­ti «cor­da di vio­li­no» al den­te. An­zi, pra­ti­ca­men­te cru­di. La pri­ma vol­ta che li ha cu­ci­na­ti per me li ha fat­ti con un su­go di pe­sce. Non pos­so di­men­ti­car­li. Co­sa non manca mai a ca­sa vostra? Pa­sta, ov­via­men­te, poi mar­mel­la­ta, frut­ta, ver­du­ra, uo­va e for­mag­gi fre­schi. Ge­la­to al­la strac­cia­tel­la per lui, al cioc­co­la­to per me. E poi bol­li­ci­ne, bol­li­ci­ne, bol­li­ci­ne. Co­sa hai im­pa­ra­to da lui? Ad ave­re un ap­proc­cio di­ver­so ver­so il la­vo­ro. A guar­da­re lon­ta­no, a saper cam­bia­re idea. Lui sa ve­de­re ol­tre le sie­pe. E lui da te? L’or­di­ne. Io sono mol­to pre­ci­sa, per lui un tan­ti­no ec­ces­si­va... En­tram­bi im­pe­gna­ti ai for­nel­li a ca­sa, ma chi la­va i piat­ti? San­ta La­va­sto­vi­glie.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.