I let­to­ri in re­da­zio­ne

Sì, sap­pia­mo che chi stap­pa ad ar­te non fa ru­mo­re. Ma il piat­to che ci han­no pre­pa­ra­to i no­stri friz­zan­ti ospi­ti è così ap­pe­ti­to­so da me­ri­ta­re un ve­ro fuo­co d’ar­ti­fi­cio

La Cucina Italiana - - Sommario - Te­sti LAU­RA FOR­TI, Fo­to RIC­CAR­DO LET­TIE­RI, Sty­ling BEA­TRI­CE PRA­DA

Una pa­sta col bot­to

Èar­ri­va­to nel­la no­stra cu­ci­na al­le­gro e pie­no di en­tu­sia­smo, in­sie­me con sua mo­glie Ro­ber­ta: «So­no pron­to! Vi pre­pa­ro una no­stra ri­cet­ta di fa­mi­glia, na­tu­ral­men­te con il Fer­ra­ri». Mar­cel­lo Lu­nel­li è vi­ce­pre­si­den­te ed eno­lo­go del Gruppo Lu­nel­li, da tre ge­ne­ra­zio­ni alla gui­da del­le Can­ti­ne Fer­ra­ri e di al­tri mar­chi nel mon­do del vi­no e dell’ospi­ta­li­tà. Oggi, pe­rò, Mar­cel­lo in­dos­sa il grem­biu­le da cuo­co e si ci­men­ta ai for­nel­li in un ruo­lo che, am­met­te, lo riporta ai tem­pi in cui era stu­den­te: «In que­gli an­ni ho im­pa­ra­to a fa­re di ne­ces­si­tà vir­tù. Per for­tu­na mia mam­ma è sem­pre sta­ta una buo­na cuo­ca e una buo­na for­chet­ta e ve­der­la all’ope­ra mi ha in­se­gna­to un al­fa­be­to di ge­sti per de­streg­giar­mi di­gni­to­sa­men­te. Con i miei com­pa­gni di stu­dio pre­pa­ra­vo una pa­sta al gor­gon­zo­la e ma­scar­po­ne, ma con una no­ta spe­cia­le, una spruz­za­ta di grap­pa». «In ef­fet­ti», conferma Ro­ber­ta, «an­che se la cu­ci­na di ca­sa è il mio re­gno, Mar­cel­lo ag­giun­ge spes­so un toc­co crea­ti­vo che ren­de tut­to più in­te­res­san­te». Si ve­de an­che da come si muo­vo­no tra ta­glie­ri e for­nel­li, Ro­ber­ta e Mar­cel­lo si com­ple­ta­no a vi­cen­da, lei più tec­ni­ca, lui più istin­ti­vo. Ma all’as­sag­gio ci si tro­va tutti d’ac­cor­do. E Mar­cel­lo l’ha con­fes­sa­to: «Cu­ci­no una ri­cet­ta per... ber­la in com­pa­gnia: un buon piat­to è una scu­sa per apri­re una gran­de bot­ti­glia».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.