«Un pu­gno nel­lo sto­ma­co» Il tea­tro se­con­do Ca­stel­luc­ci

La Lettura - - Il Dibattito Delle Idee - Di ANNACHIARA SAC­CHI

Ema­nue­le «Ma­nu» Ca­nu, qua­rant’anni il 21 lu­glio, è un tec­ni­co del suo­no, me­tà del­la vi­ta tra­scor­sa su e giù dal pal­co: co­me tan­ti suoi colleghi ha fat­to di tut­to, ca­ri­co-sca­ri­co stru­men­ti, lu­ci, vi­deo, au­dio, una de­ci­na d’anni di la­vo­ro con i ser­vi­ce, va­ri fe­sti­val. Poi ha co­min­cia­to a fa­re il fo­ni­co per al­cu­ni ar­ti­sti, dal mo­ni­to­rag­gio di pal­co per So­noh­ra, Lu­ca Car­bo­ni, Mi­che­le Zar­ril­lo, al mix di sa­la per gio­va­ni or­mai con­so­li­da­ti co­me Noemi e Man­na­ri­no. «All’ini­zio del la­vo­ro con Noemi — rac­con­ta — non guar­dan­do la tv e dun­que non sa­pe­vo chi fos­se. Mi so­no com­pra­to un cd e me lo so­no stu­dia­to. Lei era ap­pe­na usci­ta da un ta­lent: pri­ma vol­ta in tour, mu­si­ci­sti, pal­chi ve­ri, c’è sta­to un lun­go la­vo­ro d’in­ca­stro tra lei, la band e me, ognu­no ha pre­so le sue mi­su­re, sia­mo pas­sa­ti per soun­d­check in­fi­ni­ti». Spes­so ar­ri­va­no in­di­ca­zio­ni sul suo­no di­ret­ta­men­te da­gli ar­ti­sti: «Man­na­ri­no ha le idee chia­ris­si­me su ciò che vuo­le ot­te­ne­re. Sta­va al mi­xer con me du­ran­te il soun­d­check, re­gi­stra­to su mul­ti­trac­cia; do­po vo­le­va ri­sen­ti­re, ri­toc­ca­re, cu­ra­re le fi­nez­ze. la­vo­ra­re così è bel­lo. Man­na­ri­no di­ri­ge tut­ta la band. Noemi fa la stes­sa co­sa, sem­pre di più: l’ul­ti­ma pa­ro­la è la sua, se non suo­na­no con la ca­ri­ca giu­sta, si gi­ra e fa: “Ragazzi... così non pas­sa!”». Ci so­no dif­fe­ren­ze tra gli ar­ti­sti da ta­lent e chi ha fat­to ga­vet­ta? «Noemi è usci­ta da un ta­lent, tut­ta­via non rie­sco pro­prio a in­se­rir­la nel­la ca­te­go­ria. Ha una va­sta cul­tu­ra mu­si­ca­le, che in al­tri ar­ti­sti dei ta­lent non ho ri­scon­tra­to. Cer­te co­se, per cer­ti ti­pi di pub­bli­co, non ser­vo­no: a 2 mi­la ra­gaz­zi­ni di 12 anni non in­te­res­sa se la cas­sa è un po’ più gon­fia o più stret­ta! Sot­ti­gliez­ze: per­do due ore per cer­ca­re la lun­ghez­za di un ri­ver­be­ro, che sen­tia­mo so­lo io e po­chi al­tri nel pub­bli­co...».

Il tec­ni­co del suo­no Ema­nue­le «Ma­nu» Ca­nu (Nuo­ro, 1977) ha la­vo­ra­to an­che per ar­ti­sti co­me i So­noh­ra, Lu­ca Car­bo­ni e Mi­che­le Zar­ril­lo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.