BRETAGNA

Latitudes - - TRA OCEANO E CIELO - TEST ODI: D ARI OGI ARDI FO­TO DI: LUCIO ROS­SI

No­to se­guo ostri­che­si espan­do­noil il su­do­re­can­to­di Can­ca­le. nell’aria­dei­da la­vo­ro rac­co­gli­to­riQuel­le­mi dei am­ma­lia­no­no­te pe­sca­to­ri,di che e il mi lo­ro co­strin­go­no­rit­mo. Su, sem­prea vo­la­re più se­guen­do­su, in quel­lo spa­zio in­fi­ni­to ve­do le ver­di mac­chie di bo­schi an­ti­chi, le chie­se, i vil­lag­gi rag­grup­pa­ti. Pe­ne­tro in ogni ca­sa e ascol­to le sto­rie che i vec­chi rac­con­ta­no. Fa­te, de­mo­ni, ca­va­lie­ri, una sto­ria in­fi­ni­ta che è ve­ra co­me ve­ro è il mio vo­la­re, il mio re­spi­ra­re quel mon­do che sen­to vi­vo. Di­scen­do leg­ge­ro co­me piu­ma e sie­do ad ascol­ta­re e pal­pi­to per gli amo­ri, i tra­di­men­ti, le ge­sta eroi­che dei tem­pi pas­sa­ti. Sto so­gnan­do? For­se, ma è pro­prio in Bretagna che il So­gno è Vi­ta, pa­ra­fra­san­do l’ope­ra tea­tra­le di Cal­de­ron De La Bar­ca “La Vi­ta è So­gno”. Co­me di­ce un’an­ti­ca poe­sia bre­to­ne: “a co­lo­ro che sce­glie­rà, non ba­ste­rà vi­si­ta­re la Bretagna. Do­vran­no la­sciar­la so­gnan­do di vi­ver­ci, con l’orec­chio at­tac­ca­to al bu­co di una con­chi­glia che mor­mo­ra. E il suo ri­chia­mo sa­rà co­me quel­lo di un chio­stro dal mu­ro aper­to ver­so il lar­go: il ma­re, il ven­to, il cie­lo, la nu­da ter­ra e poi nien­te. Que­sta è una pro­vin­cia dell’ani­ma”. Al­lo­ra: “Ke­na­vo!”, os­sia ar­ri­ve­der­ci, in bre­to­ne na­tu­ral­men­te!

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.