The Good Fight, il le­gal dra­ma più at­te­so ar­ri­va su Tim­vi­sion

Leggo (Milano) - - SPETTACOLI - (D. Ara.)

The Good Wi­fe si è con­clu­sa nel mag­gio del­lo scor­so an­no, do­po set­te sta­gio­ni e 156 epi­so­di, ma per i fan del­la se­rie CBS è ar­ri­va­to l’at­te­so spin-off, The Good Fight, di­spo­ni­bi­le da ie­ri in esclu­si­va su Tim­vi­sion. Pro­ta­go­ni­sta del­la nuo­va pro­du­zio­ne, già ac­cla­ma­ta dal­la cri­ti­ca – se­con­do il Wa­shing­ton Po­st ha «il po­ten­zia­le per su­pe­ra­re l’ori­gi­na­le», per il New York Ti­mes è «qual­co­sa di nuo­vo e rin­fre­scan­te» – non è pe­rò Ali­cia Flor­rick, ben­sì il suo ca­po Dia­ne Loc­khart, in­ter­pre­ta­ta sem­pre da Ch­ri­sti­ne Ba­ran­ski, che per il suo ruo­lo ha ri­ce­vu­to ne­gli an­ni ben cin­que no­mi­na­tion agli Em­my Awards.

Già rin­no­va­ta per una se­con­da sta­gio­ne, la se­rie si apre un an­no do­po la fi­ne di The Good Wi­fe, con la Loc­khart de­ci­sa ad an­da­re in pen­sio­ne ma co­stret­ta a fa­re die­tro­front quan­do una gros­sa truf­fa fi­nan­zia­ria ri­schia di por­tar­le via tut­to. Nel ca­st, tra gli al­tri, Cu­sh Jum­bo, Ro­se Le­slie (Ygrit­te de Il tro­no di spa­de), An­tho­ny Rapp (l’at­to­re che ha ac­cu­sa­to di mo­le­stie Ke­vin Spa­cey) e Mat­thew Per­ry (Chand­ler in Friends).

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.