IL BA­STO­NE TOR­NA DI MODA

Sim­bo­lo di po­te­re di pa­pi, re e im­pe­ra­to­ri og­gi è l’ac­ces­so­rio de­gli abi­ti da ce­ri­mo­nia

Libero - - Attualità - DANIELA MASTROMATTEI RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

Nuo­va vita al­lo scet­tro, sim­bo­lo di po­te­re di re e im­pe­ra­to­ri; se­gno di­stin­ti­vo di pa­pi e ve­sco­vi. La moda ita­lia­na lo de­cre­ta ac­ces­so­rio snob, so­lo per po­chi elet­ti, e d’ol­treo­cea­no i di­vi hol­ly­woo­dia­ni lo ri­lan­cia­no per le usci­te pub­bli­che.

Tor­na di moda il ba­sto­ne: nel Me­dioe­vo (in le­gno pre­gia­to e po­mo pre­zio­so) era l’or­na­men­to da sfog­gia­re a fe­ste e ban­chet­ti; a par­ti­re dal se­co­lo XVI, l’ac­ces­so­rio da pas­seg­gio sia per gli uo­mi­ni, sia per le don­ne. E due se­co­li più tar­di in Fran­cia ini­zia­ro­no a na­scon­der­ci den­tro (so­prat­tut­to nel po­mo) astuc­ci per pro­fu­mi o per oro­lo­gi. E tan­to al­tro.

La sto­ria rac­con­ta mol­to: dal­lo scet­tro di Car­lo Ma­gno in le­gno di me­lo e oro a quel­lo di Lui­gi XIV in can­na di bam­bù col po­mo in aga­ta. Nell’antica Roma quel­lo dei pa­sto­ri si chia­ma­va pe­dum, mol­to usa­to so­prat­tut­to da chi viag­gia­va a pie­di, men­tre più a Nord, Na­po­leo­ne co­strin­ge­va i suoi ma­re­scial­li a por­ta­re mo­del­li sfar­so­si. Tre se­co­li fa la moda ci ha mes­so lo zam­pi­no: no­bi­li, ari­sto­cra­ti­ci, per­so­ne ric­che e di po­te­re non usci­va­no mai sen­za.

Ave­va­mo ti­ra­to un so­spi­ro di sol­lie­vo, con­vin­ti fos­se fi­ni­to - co­me ar­ma di attacco e di di­fe­sa nel Me­dioe­vo, al po­sto di spa­de, scia­bo­le e fio­ret­ti nel­la scherma - in sof­fit­ta den­tro i bau­li di bi­snon­ni e tri­snon­ni, sal­vo poi ve­der­lo im­pu­gna­re con pi­glio de­ci­so dal paz­zo e ge­nia­le Dot­tor Hou­se che nel­la for­tu­na­ta se­rie tv ame­ri­ca­na ci si ap­pog­gia per un pro­ble­ma mo­to­rio (ve­ro o fin­to non è da­to sa­pe­re); o ri­tro­var­lo co­me ba­sto­ne del­la vec­chia­ia dei non­net­ti con le os­sa un po’ stan­che.

Ma a sor­pre­sa i più au­to­re­vo­li ca­na­li ter­mo­me­tro di mo­de d’ol­treo­cea­no di­chia­ra­no sen­za se e sen­za ma: il ba­sto­ne è tor­na­to co­me ten­den­za tra i di­vi hol­ly­woo­dia­ni. E se vip co­me Ma­don­na e l’at­to­re Brad Pitt o John­ny Depp so­no sta­ti fo­to­gra­fa­ti con il ba­sto­ne del­la vec­chia­ia, sen­za aver­ne an­co­ra ti­to­lo, nel­le ap­pa­ri­zio­ni pub­bli­che, qual­co­sa vor­rà pur di­re.

La con­fer­ma ar­ri­va, di­ret­ta­men­te dal­le sfi­la­te di Guc­ci, du­ran­te la pre­sen­ta­zio­ne del­la collezione del pros­si­mo au­tun­no in­ver­no, do­ve l’antico e il mo­der­no si so­no in­con­tra­ti e scon­tra­ti. Non è sfug­gi­to il ba­sto­ne da pas­seg­gio tra gli echi vit­to­ria­ni di Ales­san­dro Mi­che­le. Lo sti­li­sta, ap­plau­di­tis­si­mo,

ha por­ta­to in pas­se­rel­la un po’ di tut­to: il com­ple­to bor­ghe­se con la giac­ca ti­po Cha­nel, la cap­pa di ma­glia e la cuf­fiet­ta di la­na del­la non­na, il tailleur da­ma­sca­to con gli animali ri­ca­ma­ti, l’abi­to a bal­ze flo­rea­li e i leg­gings in la­mé, la fa­scia ten­nis con lo­go e il cap­pel­lo di pa­glia extra lar­ge. Gli an­ni Set­tan­ta di lui con il com­ple­to mar­ro­ne e i pan­ta­lo­ne a zam­pa con le stri­sce spor­ti­ve, la tu­ta di ma­glia con il lo­go gi­gan­te. E la man­tel­la lun­ga fi­no ai pie­di, omag­gio a Oscar Wil­de e Re So­le.

Ma lo sti­li­sta di Guc­ci non è so­lo. Nel­lo sti­le ca­val­le­riz­za di Ga­ia Trus­sar­di tro­via­mo sul­le ca­mi­cie di se­ta stam­pa­ta, mo­del­lo fan­ti­no, al­cu­ni pic­co­li di­se­gni cra­vat­te­ria con l’im­ma­gi­ne del ba­sto­ne da pas­seg­gio o del fru­sti­no da ca­val­lo. E lo stes­so Pier­re-Ale­xis Du­mas, uo­mo Her­mes (se­sta ge­ne­ra­zio­ne fa­mi­lia­re in­cro­cia­ta con i Du­mas), 51 an­ni, ha con­fes­sa­to: «Amo il ba­sto­ne da pas­seg­gio la­scia­to­mi dal bi­snon­no, l’im­pu­gna­tu­ra è una te­sta di ca­val­lo in eba­no e con una molla apre la boc­ca, co­me se an­si­mas­se per la cor­sa. Det­ta­glio gio­co­so che spro­na a non fer­mar­si mai».

A da­re il via li­be­ra al ba­sto­ne di Win­ston Chur­chill nel mon­do del­la moda più na­zio­nal po­po­la­re è sta­to Pit­ti, a Fi­ren­ze, che ogni an­no det­ta le re­go­le del look ma­schi­le. Per set­tem­bre sug­ge­ri­sce at­mo­sfe­re di epo­che lon­ta­ne tra la­ne pre­zio­sis­si­me, cap­pe, mon­ta­tu­re tar­ta­ru­ga­te e ad­di­rit­tu­ra ba­sto­ni da pas­seg­gio, in le­gno o in os­so, in cor­no, in cuo­io o in avo­rio e per­si­no in me­tal­lo. E che di­re dei bel­lis­si­mi abi­ti da ce­ri­mo­nia di Car­lo Pi­gna­tel­li, qui il ba­sto­ne re­ga­la un’ele­gan­za d’al­tri tem­pi.

So­pra John­ny Depp, sot­to Brad Pitt con il ba­sto­ne

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.