Dis­se una vol­ta Bo­nuc­ci

Libero - - Libero -

Ca­ro Mai­nie­ro, le ultime pa­ro­le fa­mo­se, no­vem­bre 2016: «Piut­to­sto le­ga­te­mi ai can­cel­li del­lo Ju­ven­tus Sta­dium per­chè da quì non me ne an­drò mai». Leo­nar­do Bo­nuc­ci! En­zo Ber­na­sco­ni

e.mail

E c’è da me­ra­vi­gliar­si, ca­ro En­zo? Lo sport na­zio­na­le ita­lia­no non è più il cal­cio, co­me in tan­ti spe­ro ab­bia­no già ca­pi­to: è la pro­mes­sa non man­te­nu­ta. Sport non da ta­vo­lo ma da tv, intervista, car­ta stam­pa­ta, social. Si con­vo­ca una con­fe­ren­za stam­pa e si di­ce una co­sa che in quel mo­men­to è uti­le. Pas­sa un po’ di tem­po, ci si di­men­ti­ca di ciò che è sta­to det­to e si fa l’esat­to con­tra­rio. Poi si va in­ter­net, Fa­ce­book ec­ce­te­ra ec­ce­te­ra e ur­bi et or­bi si an­nun­cia la nuo­va pro­mes­sa. Un po’ co­me fan­no da tem­po im­me­mo­ra­bi­le i no­stri po­li­ti­ci. Ri­lan­ce­re­mo l’eco­no­mia. E poi ci ven­go­no a spie­ga­re che il Pil è cre­sciu­to di qual­che fra­zio­ne, ag­giun­gen­do: ave­te vi­sto, l’eco­no­mia or­mai è fuo­ri dal tun­nel. Per­nac­chie. Ci di­co­no che af­fron­te­ran­no in Eu­ro­pa la que­stio­ne de­gli immigrati, che l’Eu­ro­pa ci de­ve ne­ces­sa­ria­men­te ascol­ta­re, che so­lo in Eu­ro­pa que­sto fe­no­me­no può tro­va­re se non la sua so­lu­zio­ne al­me­no il suo con­te­ni­men­to. Poi van­no in Eu­ro­pa e non ot­ten­go­no nul­la, for­se ad­di­rit­tu­ra nul­la di­co­no. Nuo­ve per­nac­chie. La no­stra vita è co­stel­la­ta da pro­mes­se non man­te­nu­te, giu­ra­men­ti in­fran­ti, di­chia­ra­zio­ni di in­ten­ti ri­ma­ste ta­li. La lo­ro da una co­lon­na so­no­ra fat­ta di per­nac­chie e fi­schi, di cui bel­la­men­te se ne fot­to­no. E vo­glia­mo me­ra­vi­gliar­ci per­ché Bo­nuc­ci dis­se una co­sa e ne ha fat­ta un’al­tra? Co­sì van­no le co­se in Ita­lia. E non mi ri­sul­ta che Bo­nuc­ci sia un mar­zia­no. Ol­tre­tut­to, a leg­ge­re un po’ di re­tro­sce­na, non so nep­pu­re se il cal­cia­to­re sia an­da­to vo­lon­ta­ria­men­te via dal­la Ju­ven­tus o se, in qual­che mo­do, si sta­to co­stret­to ad an­dar via. E al­lo­ra, al­la lu­ce an­che di que­sti dub­bi io mo­di­fi­che­rei, la fa­mo­sa fra­se: piut­to­sto le­ga­te­mi pu­re ai can­cel­li del­lo Ju­ven­tus Sta­dium per­ché da qui non me ne an­drò fi­no a quan­do non mi co­strin­ge­ran­no ad an­dar via. Pro­mes­sa con via di fu­ga per po­ter cam­bia­re idea al mo­men­to op­por­tu­no. [LaP­res­se]

mat­tias.mai­nie­ro@li­be­ro­quo­ti­dia­no.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.