L’Isis mi­nac­cia di sgoz­za­re i cam­pio­ni Ronaldo e Mes­si

Libero - - Primo Piano - CAR­LO NICOLATO RIPRODUZIONE RISERVATA

Il con­te­nu­to del­le mi­nac­ce dei ter­ro­ri­sti isla­mi­ci è sem­pre lo stes­so, san­gue, mor­te, te­ste ta­glia­te, di­stru­zio­ne dei sim­bo­li oc­ci­den­ta­li e ban­die­re dell’Isis che sven­to­la­no sul­le ma­ce­rie. Con l’im­mi­nen­za dei Mon­dia­li di cal­cio in Rus­sia era ov­vio che gli idio­ti del ter­ro­re che an­co­ra so­prav­vi­vo­no in gran nu­me­ro, no­no­stan­te la scon­fit­ta in Si­ria e in Iraq, si di­ver­tis­se­ro a pro­dur­re scon­ta­ti e tru­cu­len­ti me­me sul­la ma­ni­fe­sta­zio­ne di Mo­sca, pe­ral­tro già vit­ti­ma di at­tac­chi ve­ri con vit­ti­me ve­re, cor­re­da­ti da mi­nac­ce ca­ta­stro­fi­che.

L’ul­ti­ma se­rie ri­guar­da i due sim­bo­li del cal­cio mon­dia­le, Mes­si e Ronaldo, dei qua­li pro­ba­bil­men­te gli stes­si ter­ro­ri­sti so­no o so­no sta­ti ac- ca­ni­ti fan. I due be­nia­mi­ni so­no sta­ti im­mor­ta­la­ti in un fo­to­mon­tag­gio dif­fu­so at­tra­ver­so Te­le­gram, men­tre ven­go­no de­ca­pi­ta­ti at­tra­ver­so l’uso isla­mi­co del­lo sgoz­za­men­to, co­me fan­no con le ca­pre per in­ten­der­ci, in uno sta­dio gre­mi­to di spet­ta­to­ri. L’im­ma­gi­ne è cor­re­da­ta dal­la di­da­sca­lia, «il cam­po sa­rà pie­no del vo­stro san­gue». Un’al­tra im­ma­gi­ne di que­ste ore mo­stra un mi­li­zia­no dell’Isis all’in­ter­no di uno sta­dio, con in ma­no il te­le­co­man­do di un or­di­gno esplo­si­vo e la scrit­ta, “Fifa World Cup Rus­sia 2018. La vit­to­ria sa­rà no­stra”. Non è la pri­ma vol­ta, ma è cer­to la più in­quie­tan­te vi­sto che il Mon­dia­le ini­zie­rà tra me­no di un me­se, il 14 giu­gno. Per la ve­ri­tà nem­me­no per Mes­si è la pri­ma vol­ta, a ot­to­bre scor­so in­fat­ti era ap­par­so un al­tro me­me che lo ri­trae­va in la­cri­me, la­cri­me di san­gue, die­tro le sbar­re di una pri­gio­ne e la scrit­ta You are fighting a state that does not have fai­lu­re in it's dic­tio­na­ry (ov­ve­ro, «state com­bat­ten­do uno stato che non co­no­sce la pa­ro­la fal­li­men­to nel suo dizionario»). Lo stes­so me­se, sem­pre via Te­le­gram, era cir­co­la­to un al­tro fo­to­mon­tag­gio in cui il cam­pio­ne ar­gen­ti­no ve­ni­va ri­trat­to a ter­ra già de­ca­pi­ta­to, men­tre un ter­ro­ri­sta in­cap­puc­cia­to è pron­to a ta­glia­re la go­la a un Ney­mar pian­gen­te. E poi un al­tro an­co­ra in cui sta­vol­ta lo sfor­tu­na­to pro­ta­go­ni­sta è Deschamps, ri­trat­to in ma­net­te con una pi­sto­la pun­ta­ta al­la nu­ca e de­fi­ni­to «ne­mi­co di Al­lah», in quan­to già ac­cu­sa­to di non far gio­ca­re i gio­ca­to­ri isla­mi­ci.

M es­si e Ronaldo nel ter­ri­bi­le fo­tom on­tag­gio cir­co­la­to in que­ste ore. L’im m agi­ne è cor­re­da­ta dal­la di­da­sca­lia: «Il cam po sa­rà pie­no del vo­stro san­gue»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.