Fer­ma­te la sa­ga di Guer­re Stel­la­ri

Con il film «So­lo» sia­mo al­la de­ci­ma pun­ta­ta. Ma la se­rie non ha più mor­den­te

Libero - - Spettacoli - FRAN­CE­SCA D’AN­GE­LO RIPRODUZIONE RISERVATA

Vi pre­go, cor­te­se­men­te, ba­sta: ab­bia­te pie­tà dei fan di Star Wars. Guer­re stel­la­ri sa­rà an­che la sa­ga che ha ma­ci­na­to ol­tre 7 mi­liar­di di dol­la­ri nel mondo, ma que­sto ma­sto­don­ti­co fran­chi­se di prequel, se­quel e spin off sta di­ven­tan­do uno stil­li­ci­dio di aspet­ta­ti­ve tra­di­te e ri­cor­di in­fran­ti. E non lo scri­via­mo so­lo per­ché, con la mol­ti­pli­ca­zio­ne dei capitoli di Star Wars, bran­co­lia­mo smar­ri­ti nel buio del­la Ga­las­sia, con­fon­den­do tra di lo­ro Storm­troo­pers bian­chi e ne­ri. Il pro­ble­ma, qui, sta so­prat­tut­to nel­la qua­li­tà: il gi­gan­te­sco suc­ces­so eco­no­mi­co del po­st -sa­ga ori­gi­na­le è in­ver­sa­men­te pro­por­zio­na­le al mor­den­te nar­ra­ti­vo dei capitoli pro­dot­ti fi­no­ra.

PREQUEL INU­TI­LI

Il ca­so più ecla­tan­te so­no sta­ti i prequel: i capitoli 1, 2 e 3, che nar­ra­no i fat­ti pre­ce­den­ti al­la mi­ti­ca tri­lo­gia degli an­ni 80. Eb­be­ne, po­te­va­mo vi­ve­re tran­quil­la­men­te sen­za: non ag­giun­go­no gran­ché all’uni­ver­so Je­di, ma in com­pen­so gli tol­go­no pa­rec­chio, tra sci­vo­lo­ni, no­ia e scel­te sto­na­te. Una su tut­ti: il cri­ti­ca­to e per nul­la sim­pa­ti­co mo­stri-

ciat­to­lo con la r mo­scia, Jar Jar Binks. Do­po­di­ché c’è stato l’an­nun­cio del­lo sto­ri­co Ca­pi­to­lo 7: Il ri­sve­glio del­la for­za. Era il 2015 e l’at­te­sa era al­le stel­le: i fan non sta­va­no più nel­la pel­le all’idea di ri­ve­de­re Lu­ke, Lei­la e Han So­lo. Quel­lo che non sa­pe­va­no è che li avreb­be­ro ri­vi­sti in ver­sio­ne ot­tua­ge­na­ria, rim­piaz­za­ti da nuo­vi, bal­dan­zo­si, pro­ta­go­ni­sti che tra­su­da­va­no po­li­ti­ca­men­te cor­ret­to da tut­ti i po­ri. D’al­tron­de, l’im­pron­ta

Di­sney non po­te­va non sen­tir­si... Inol­tre il Ca­pi­to­lo 7 al­tro non è stato che la ri­pro­po­si­zio­ne, in chia­ve fem­mi­ni­le e mo­der­na, del ca­pi­to­lo 4 di Star Wars. Qua­si un co­pia e in­col­la. Due an­ni do­po, è an­da­ta un po’ me­glio con il Ca­pi­to­lo 8: Gli ul­ti­mi Je­di. Nel mez­zo, ci so­no sta­ti gli spin off. Il pri­mo, Ro­gue One, è stato co­rag­gio­so e av­vin­cen­te, men­tre quel­lo che ci pre­pa­ria­mo a ve­de­re il 23 mag­gio sa­rà una gi­gan­te­sca, no­io­sa, ope­ra­zio­ne com­mer­cia­le: So­lo. Il film de­di­ca­to all’ama­to Han So­lo schie­ra un in­ter­pre­te po­co con­vin­cen­te (Al­den Eh­ren­rei­ch), ma so­prat­tut­to una sto­ria ec­ces­si­va­men­te lun­ga (135’) e pre­ve­di­bi­le. Dun­que, rias­su­men­do: su set­te film po­st tri­lo­gia ma­dre, di me­mo­ra­bi­li ci sa­reb­be­ro giu­sto Ro­gue One e (for­se) Gli ul­ti­mi Je­di.

UNI­VER­SO NAR­RA­TI­VO

Un po’ po­chi­no per chi, co­me i fan di Star Wars, ha fat­to del­la For­za la sua se­con­da re­li­gio­ne: gli aman­ti del­la sa­ga so­no per­so­ne che si al­le­na­no, per dav­ve­ro, con la spa­da la­ser (so­no na­te di­ver­se scuole ad hoc in Ita­lia) e in ca­me­ra, sul co­mo­di­no, ten­go­no il mo­del­li­no del Mil­le­nium Fal­co co­me fos­se una re­li­quia. Di que­sto pas­so, dun­que, si ri­schia di di­strug­ge­re un uni­ver­so nar­ra­ti­vo che, in ori­gi­ne, era nato su poe­ti­che pre­mes­se ed era ap­prez­za­to so­lo da po­chi in­ten­di­to­ri. Ne va­le la pe­na? Pur­trop­po, al­la re­sa di con­ti, so­no quei 7 mi­liar­di di dol­la­ri al box of­fi­ce a det­ta­re leg­ge e co­sì, in ar­ri­vo, ci so­no già il no­no ca­pi­to­lo di Star Wars (nel 2019), una se­rie tv in li­ve ac­tion e, for­se, una tri­lo­gia so­lo su Han So­lo.

Al­den Eh­ren­rei­ch in una sce­na di «So­lo», al ci­nem a dal 23/5

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.