OKI SATO

Marie Claire (Italy) - - VOSTRE ALTEZZE -

È IL SUPERDESIGNER GIAP­PO­NE­SE NO­TO CO­ME NEN­DO. È PRO­TA­GO­NI­STA DI UNA RETROSPETTIVA AL CID, IL CENTRE FOR INNOVATION AND DE­SI­GN DI HORNU, IN BELGIO ( FI­NO AL 1/10).

Il mo­men­to in cui mi sen­to più ispi­ra­to è quan­do pas­seg­gio per la mia cit­tà, To­kyo. Qui è tut­to mol­to af­fol­la­to, cao­ti­co, schi­zo­fre­ni­co. Io ho im­po­sta­to una rou­ti­ne sem­pre ugua­le, qua­si una pra­ti­ca, fre­quen­to sem­pre gli stes­si po­sti, vi­ci­ni al­lo stu­dio che è nell’edi­fi­cio di So­ge­tsu Kai­kan nel di­stret­to di Aka­sa­ka, di­se­gna­to ne­gli an­ni 70 da Ken­zo Tan­ge. So­lo man­te­nen­do inal­te­ra­ti e co­stan­ti que­sti riti rie­sco a no­ta­re quel­le pic­co­le co­se spe­cia­li che la gen­te di so­li­to non ve­de o che or­mai ha com­ple­ta­men­te di­men­ti­ca­to, ma che per me fan­no la dif­fe­ren­za. È co­sì che mi sen­to in al­to, con un al­tro pun­to di os­ser­va­zio­ne su quel­lo che suc­ce­de. Nel­la ri­pe­ti­zio­ne scor­go bel­lez­ze straor­di­na­rie, qua­si spirituali. Be­vo il caf­fè qui al se­con­do piano al Con­nel Cof­fee, l’ab­bia­mo pro­get­ta­to noi. Fre­quen­to sem­pre lo stes­so bar a pran­zo e por­to il mio ca­gno­li­no al par­co qui a po­chi me­tri. Un’al­tro po­sto che mi ha fat­to sen­ti­re dav­ve­ro in al­to è Mi­la­no, du­ran­te la De­si­gn Week. Ero in gi­ta con cin­que ami­ci, nel 2002, fre­schi di lau­rea. C’è in gi­ro un’ener­gia po­ten­tis­si­ma che sem­bra au­men­ta­re al rit­mo del­la cit­tà che cre­sce, so­prat­tut­to in al­tez­za. E an­che lì, ogni vol­ta se­guo un pro­to­col­lo: dor­mo al Car­ly­le Bre­ra e be­vo l’ape­ri­ti­vo da Prin­ci. Qua­le? Sem­pre iden­ti­co, un Ne­gro­ni!

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.