CLAUDIO RA­NIE­RI

Marie Claire (Italy) - - CONFIDENTIAL - An­nA Al­ber­ti

Mah… In pri­va­to ve­sto ca­sual, in pub­bli­co so­no a mio agio con un bell’abi­to (NB I bio­gra­fi par­la­no di un de­bo­le per il ve­sti­re clas­si­co, “rin­no­va­to” da una sot­ti­le cra­vat­ta ne­ra). Di­rei che il suo mo­do di ap­pa­ri­re è so­brio e in­ter­na­zio­na­le: c’en­tra tut­to il suo viag­gia­re? Be’, fuo­ri im­pa­ri tan­tis­si­mo, co­no­sci nuo­ve cul­tu­re, apri la men­te: mi è sem­pre pia­ciu­to la­vo­ra­re all’este­ro, dal Va­len­cia che mi è ri­ma­sto nel cuo­re, al­le squa­dre in­gle­si. Esci un po’ dal­la “gab­bia” ita­lia­na. Lo con­si­glio a tut­ti i gio­va­ni. Ah, ec­co mio ni­po­te Or­lan­do, che ha qua­si tre an­ni. Lui sì, che ha del­la stof­fa ( ri­de)! A tem­po de­bi­to lo sug­ge­ri­rò an­che a lui. E chi è, tra i nuo­vi at­tac­can­ti, ad ave­re la stof­fa? Il più sor­pren­den­te è Pie­tro Pel­le­gri, del Ge­noa: è gio­va­nis­si­mo, ma ap­pe­na en­tra in cam­po fa gol. E poi a me pia­ce la fan­ta­sia. Tro­vo che al mo­men­to i mi­glio­ri fan­ta­si­sti del cam­pio­na­to ita­lia­no sia­no In­si­gne e Dy­ba­la. An­co­ra cal­cio “à l’ita­lien­ne”? Non so­lo. L’ho det­to an­che ai miei ra­gaz­zi del Nan­tes: ora al­la squa­dra non fa­reb­be ma­le un po’ di cham­pa­gne fran­ce­se.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.