Ca­ri let­to­ri,

Master Meeting - - INDICE INSERZIONISTI - Ma­rio Man­ci­ni

l’Ita­lia re­sta il Pae­se dei con­tra­sti che spes­so di­ven­ta­no pa­ra­dos­si. Il pun­to è che, per es­se­re com­pe­ti­ti­vi, cer­ti nodi van­no sciol­ti. E og­gi, più che mai, vi­sto che sia­mo in un pe­rio­do as­sai fa­vo­re­vo­le per il tu­ri­smo nel mondo e nel no­stro Pae­se. Par­tia­mo dai pa­ra­dos­si. Sia­mo il Pae­se lea­der in Eu­ro­pa per nu­me­ro di ca­me­re in ho­tel, quin­di sia­mo i pri­mi per ca­pa­ci­tà ri­cet­ti­va, in ge­ne­ra­le. Pe­rò se guar­dia­mo al­la com­po­si­zio­ne dell’of­fer­ta, sco­pria­mo che la me­dia del­le ca­me­re per ho­tel non ci ve­de ai pri­mi po­sti. Co­sì co­me non sia­mo lea­der nep­pu­re in un al­tro cam­po: gran par­te del­le grandi ca­te­ne al­ber­ghie­re in­ter­na­zio­na­li è pre­sen­te in Ita­lia. Non tut­te pe­rò. E la quo­ta dei grandi grup­pi sul to­ta­le re­sta con­te­nu­ta. Pun­to di for­za o di de­bo­lez­za? Pun­to ca­rat­te­riz­zan­te del­la sto­ria al­ber­ghie­ra ita­lia­na. Pun­to su cui la­vo­ra­re per ren­de­re l’of­fer­ta an­co­ra più com­pe­ti­ti­va, te­nen­do ben pre­sen­te che il set­to­re tu­ri­sti­co po­ne di fron­te a sfi­de im­pe­gna­ti­ve, co­me la vi­cen­da Val­tur ha di­mo­stra­to in que­sti ul­ti­mi tem­pi. La for­za dell’Ita­lia è sta­ta la clas­se di al­ber­ga­to­ri di qua­li­tà, al­tis­si­ma qua­li- tà. Ho­tel pic­co­li sì, ma di ec­ce­zio­na­le char­me e ri­le­van­za. Le ca­te­ne so­no au­spi­ca­bi­li? Cer­ta­men­te sì, an­zi, of­fro­no l’op­por­tu­ni­tà di mo­vi­men­ta­re il fron­te degli in­ve­sti­men­ti su lar­ga sca­la. In­som­ma, vo­glio di­re che il mo­del­lo al­ber­ghie­ro ita­lia­no è tal­men­te par­ti­co­la­re che trae la sua for­za pro­prio da que­sta con­di­zio­ne che va tu­te­la­ta e so­prat­tut­to svi­lup­pa­ta sot­to ogni pro­fi­lo. Of­fer­ta, in­trat­te­ni­men­to, bu­si­ness, lei­su­re, ser­vi­zi al­la per­so­na ed al­le azien­de so­no gli ele­men­ti chia­ve del­la mi­sce­la del suc­ces­so dell’of­fer­ta ri­cet­ti­va ita­lia­na, me­sco­la­ti con ca­pa­ci­tà di in­no­va­zio­ne di mar­ke­ting, tec­no­lo­gi­ca e di ser­vi­zio. Que­sta è la nuo­va fron­tie­ra sul­la qua­le pe­ral­tro sia­mo chia­ma­ti a espri­mer­ci. La qua­li­tà dei ser­vi­zi è fon­da­men­ta­le in un mondo ca­rat­te­riz­za­to da una com­pe­ti­zio­ne glo­ba­le. E l’Ita­lia ha com­pe­ten­ze ele­va­tis­si­me che van­no mo­bi­li­ta­te e so­ste­nu­te. L’espe­rien­za of­fer­ta da­gli ho­tel ita­lia­ni è uni­ca, ini­mi­ta­bi­le. Bat­tia­mo­ci per que­sto, al­lo­ra, con l’or­go­glio di chi sa fa­re scuo­la nel mondo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.