A pro­po­si­to di accoglienza

Meeting e Congressi - - Hot Topics -

De­vo pre­ci­sa­re che io a Ro­ma ci sto be­nis­si­mo e amo que­sta cit­tà for­se più di al­cu­ni ro­ma­ni, ma dob­bia­mo es­se­re obiet­ti­vi e ren­der­ci con­to di quan­to sta suc­ce­den­do nel­la “più bel­la cit­tà del Mon­do”. Non vo­glio spa­ra­re sul­la Cro­ce Ros­sa, co­me di­ce­va un mio vec­chio ami­co, mai dob­bia­mo ca­pi­re che se non si po­ne un ri­me­dio a tut­te le “ma­ga­gne” po­trem­mo, nell’ar­co di qual­che an­no, es­se­re con­si­de­ra­ti una cit­tà del Ter­zo Mon­do. In pre­vi­sio­ne del Giu­bi­leo che, spe­ria­mo, por­te­rà a Ro­ma un quan­ti­tà enor­me di tu­ri­sti, dob­bia­mo far fron­te a del­le si­tua­zio­ni che non ri­spet­ta­no i ca­no­ni di quel­la che do­vreb­be es­se­re l’accoglienza in una cit­tà do­ve il tu­ri­smo è il red­di­to più im­por­tan­te. Vo­glio elen­car­vi so­lo al­cu­ni aspet­ti re­la­ti­vi all’accoglienza (mol­ti di que­sti già ri­por­ta­ti da tut­ta la stam­pa) ma al­tri an­co­ra da sco­pri­re: Ae­ro­por­to di Fiu­mi­ci­no: a par­te i pro­ble­mi crea­ti qual­che me­se fa dall’in­cen­dio nel set­to­re T3 e quel­lo nel­la pi­ne­ta che cir­con- da l’ae­ro­por­to, è no­ti­zia re­cen­te che un pas­seg­ge­ro è riu­sci­to a sa­li­re a bor­do di un ae­reo sen­za bi­gliet­to e sen­za con­trol­li e la ri­con­se­gna dei ba­ga­gli ri­chie­de me­dia­men­te 45 mi­nu­ti. Au­to­stra­da di Fiu­mi­ci­no e Gran­de Rac­cor­do Anu­la­re: or­mai da an­ni am­be­due le mag­gio­ri stra­de che por­ta­no a Ro­ma so­no im­mer­se nel buio e non si sa a chi at­tri­bui­re la col­pa, se al Co­mu­ne o ad Au­to­stra­de. Bu­che e spor­ci­zia: me­glio pas­sa­re a un al­tro ar­go­men­to. Ven­di­to­ri am­bu­lan­ti: non si ca­pi­sce co­me non si rie­sca a por­re ri­me­dio a que­sto inau­di­to “souk” che pos­sia­mo tro­va­re in ogni an­go­lo sto­ri­co. Sta­zio­ne Ter­mi­ni: un ve­ro e pro­prio dor­mi­to­rio pub­bli­co. Puz­za di ori­na do­vun­que, po­ve­rac­ci che la­scia­no le lo­ro deie­zio­ni in ogni an­go­lo del­la piaz­za an­ti­stan­te la sta­zio­ne. Box in­fo Atac da­van­ti al­la sta­zio­ne: pe­ren­ne­men­te chiu­so; da­van­ti vi cam­peg­gia so­lo un gran­de car­tel­lo con l’in­di­ca­zio­ne di de­ci­ne di va­rie­tà di ti­to­li di viag­gio che il po­ve­ro tu­ri­sta do­vreb­be ac­qui­sta­re pri­ma di sa­li­re su un mez­zo di tra­spor­to. In mol­te cit­tà all’este­ro è suf­fi­cien­te com­pra­re una tes­se­ra ri­ca­ri­ca­bi­le che con­sen­te di viag­gia­re su tut­ti i mez­zi. Bar nei pres­si dei mo­nu­men­ti: chis­sà per­ché i prez­zi dei bar si­tua­ti nei pres­si di aree ar­cheo­lo­gi­che e luo­ghi sto­ri­ci deb­ba­no es­se­re più al­ti ri­spet­to ad al­tri bar/ ri­sto­ran­ti. Pa­ga­re una piz­zet­ta con pro­sciut­to e moz­za­rel­la gial­la ( aci­da) quat­tro eu­ro nei pres­si dell’Iso­la Ti­be­ri­na è inac­cet­ta­bi­le. Fi­gu­ran­ti: pos­so ca­pi­re che at­tor­no al Co­los­seo vi pos­sa­no es­se­re dei le­gio­na­ri Ro­ma­ni ( con l’oro­lo­gio al pol­so e i cal­zi­ni) ma co­sa ci fan­no i le­gio­na­ri in piaz­za del­la Ro­ton­da? In­trat­te­ni­men­ti mu­si­ca­li: per­ché un po­ve­ro dia­vo­lo, che suo­na straor­di­na­ria­men­te uno stru­men­to, non può esi­bir­si in una pub­bli­ca piaz­za sen­za che un vi­gi­le ur­ba­no, in mo­do im­pe­rio­so, mi­nac­ci san­zio­ni da spac­cia­to­re di dro­ga e si per­met­ta in­ve­ce a una ban­da mu­si­ca­le di suo­na­re al fu­ne­ra­le di un ma­fio­so? Par­chi e giar­di­ni: la­scia­ti ma­lin­co­ni­ca­men­te a in­gial­li­re con er­bac­ce che cre­sco­no do­vun­que men­tre il no­stro “be­nea­ma­to” sin­da­co pro­met­te una ta­sk for­ce di cin­que­cen­to uo­mi­ni per ri­pu­li­re la cit­tà (pro­mes­sa fat­ta pa­rec­chi me­si fa) Mi fer­mo qui, ma po­trei ci­ta­re de­ci­ne di al­tre “ma­ga­gne”: se è que­sta è la cit­tà che vo­glia­mo of­fri­re ai no­stri fu­tu­ri ospi­ti, vor­rei chie­de­re a Pa­pa Fran­ce­sco (per­so­na straor­di­na­ria) di ri­flet­te­re pri­ma di an­nun­cia­re un ul­te­rio­re “Giu­bi­leo”.

Quel­lo che sto per scri­ve­re non pia­ce­rà si­cu­ra­men­te a mol­ti, so­prat­tut­to ai ro­ma­ni, per­ché par­lo di Ro­ma do­ve vi­vo e la­vo­ro da ol­tre 46 an­ni

p.mis­sia­ja@me­di­co­ni­ta­lia­con­gres­si.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.