KIL­LER ELI­TE

News Cinema - - CINEMA - di Le­ti­zia Ro­go­li­no

Dal 1 Giu­gno è al ci­ne­ma Kil­ler Eli­te, l’action mo­vie di­ret­to da Ga­ry McKen­dry e in­ter­pre­ta­to da Ro­bert De Ni­ro e Ja­son Sta­tham. Ric­co di azio­ne, tra spa­ra­to­rie, in­se­gui­men­ti e sce­ne ro­cam­bo­le­sche che fan­no da con­cor­ren­za a Bru­ce Wil­lis, Kil­ler Eli­te rac­con­ta la sto­ria di Dan­ny, un kil­ler di pro­fes­sio­ne che dopo un’ope­ra­zio­ne dif­fi­ci­le che lo por­ta a pun­ta­re la pi­sto­la su un bam­bi­no in­no­cen­te, de­ci­de di met­te­re fi­ne al­la sua pro­fes­sio­ne e ri­ti­rar­si per co­min­cia­re una nuo­va vi­ta. Ma il suo men­to­re Hen­ry ( De Ni­ro) vie­ne cat­tu­ra­to da un sul­ta­no, che per li­be­rar­lo vuo­le la ven­det­ta dei suoi tre fi­gli, uc­ci­si da al­cu­ni ex agen­ti della SAS, Ser­vi­zi Ae­rei Spe­cia­li Bri­tan­ni­ci, du­ran­te la Guer­ra dell’Oman. Dan­ny co­sì è co­stret­to a ri­pren­de­re in ma­no la pi­sto­la e tor­na­re ad im­mer­ger­si nel san­gue e nell’azio­ne. Una tra­ma si­cu­ra­men­te po­co ori­gi­na­le, che ri­me­sco­la tut­ti quei film ame­ri­ca­ni del fi­lo­ne action o am­bien­ta­ti in Me­dio Orien­te, che spes­so so­no tut­ti la co­pia uno dell’al­tro. Non ci so­no par­ti­co­la­ri col­pi di sce­na e fin dal pri­mo mi­nu­to di pro­ie­zio­ne, è fa­ci­le per il pub­bli­co ca­pi­re do­ve vuo­le an­da­re a pa­ra­re il re­gi­sta e che fi­ne fa­ran­no i va­ri per­so­nag­gi.

Sta­tham è sem­pre con­vin­cen­te nel ruo­lo dell’eroe e ma­cho che non ha pau­ra di nien­te e di nes­su­no e ne sa una più del dia­vo­lo per so­prav­vi­ve­re sem­pre e co­mun­que, men­tre Ro­bert De Ni­ro, sep­pur or­mai di una cer­ta età per i ruo­li action, ne esce in ma­nie­ra ab­ba­stan­za con­vin­cen­te, re­stan­do tut­ta­via un po’ re­le­ga­to in un an­go­lo per gran par­te del film. Tut­ta­via

Kil­ler Eli­te si può ve­de­re co­sì sen­za trop­pe pre­te­se, per una buo­na do­se di adre­na­li­na e pu­ro

in­trat­te­ni­men­to, ma la tra­ma è esa­ge­ra­ta­men­te ste­reo­ti­pa­ta e scon­ta­ta, sup­por­ta­ta pe­rò da una re­gia pu­li­ta, at­ti­va e mo­der­na. Par­ti­co­lar­men­te forzata la sfe­ra ro­man­ti­ca che cir­con­da il per­so­nag­gio di Dan­ny, com­po­nen­te che si av­ver­te co­me un ve­ro e pro­prio in­tru­so nella strut­tu­ra nar­ra­ti­va, ren­den­do an­co­ra di più il film par­te di un fi­lo­ne or­mai tri­to e ri­tri­to che ha po­ca ra­gio­ne di tor­na­re sul gran­de scher­mo con que­sto so­li­to sche­ma. Il re­gi­sta, spe­ci­fi­can­do ad ini­zio film che la sto­ria è ispi­ra­ta ad un fat­to real­men­te ac­ca­du­to, sem­bra qua­si vo­ler giu­sti­fi­ca­re la po­ca ori­gi­na­li­tà e la ri­pe­ti­ti­vi­tà del film, ma per co­lo­ro che ama­no il ge­ne­re action th­ril­ler pu­ro e sem­pli­ce, Kil­ler Eli­te è quel­lo e nul­la di più. Ac­can­to a Sta­tham e De Ni­ro c’è an­che Cli­ve Owen nei pan­ni di un agen­te ex SAS, an­ta­go­ni­sta con­vin­cen­te. Trat­to dal ro­man­zo The Fea­ther

Men di Ra­nul­ph Fien­nes, Kil­ler Eli­te è dal 1 Giu­gno in tut­ti i ci­ne­ma ita­lia­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.