Pau­ra

L’ hor­ror 3D fir­ma­to dai Ma­net­ti Bros.

News Cinema - - CINEMA - di Au­re­lia­no Ve­ri­tà

I Ma­net­ti bros. si di­stin­guo­no nel pa­no­ra­ma ci­ne­ma­to­gra­fi­co ita­lia­no at­tua­le per il lo­ro amo­re per i film di ge­ne­re. Da Zo­ra la vam­pi­ra a Pia­no 17 pas­san­do per L’ar­ri­vo di Wang pre­sen­ta­to l’an­no scor­so al­la Mo­stra del Ci­ne­ma di Ve­ne­zia, nella se­zio­ne Con­tro­cam­po Ita­lia­no, han­no sem­pre man­te­nu­to la lo­ro li­nea au­to­ria­le, per­si­no nell’am­bi­to della re­gia della serie tv L’ispet­to­re

Co­lian­dro, o dei nu­me­ro­si vi­deo­clip di can­tan­ti ita­lia­ni co­me Max Pez­za­li, Alex Brit­ti, Piot­ta, Fla­mi­nio Ma­phia, As­sal­ti Fron­ta­li. In­stan­ca­bi­li,

tor­na­no a di­stan­za di un an­no, con Pau­ra, il nuo­vo hor­ror 3D scrit­to e di­ret­to dai due fra­tel­li re­gi­sti, pre­ce­den­te­men­te co­no­sciu­to co­me L’om­bra dell’or­co.

La si­nos­si uf­fi­cia­le re­ci­ta: “Ci so­no oc­ca­sio­ni nella vi­ta che sa­reb­be me­glio non co­glie­re. Mar­co, Si­mo­ne e Ale so­no ami­ci da un sac­co di tem­po, vi­vo­no tut­ti in un quar­tie­re nella pe­ri­fe­ria di Ro­ma do­ve non suc­ce­de mai nien­te. I ra­gaz­zi si ri­tro­va­no in ma­no le chia­vi di una bel­lis­si­ma vil­la fuo­ri cit­tà. E’ la vil­la del Mar­che­se Lan­zi, che sa­rà via per tut­to il fi­ne set­ti­ma­na. Il Mar­che­se è un ti­po stra­no, un ric­chis­si­mo col­le­zio­ni­sta d’au­to d’epo­ca, clien­te dell’of­fi­ci­na do­ve la­vo­ra Ale. I tre ra­gaz­zi non re­si­sto­no e si tuf­fa­no sen­za li­mi­ti nel lus­so della vil­la. Ma c’è un’uni­ca co­sa che non do­vreb­be­ro fa­re: an­da­re in can­ti­na…“ed è pro­prio in quel­la clau­stro­fo­bi­ca can­ti­na che i Ma­net­ti han­no de­ci­so di am­bien­ta­re que­sto film.

Dal 15 giu­gno sa­rà di­stri­bui­to nei ci­ne­ma ita­lia­ni da Me­du­sa e gli stes­si Ma­net­ti han­no di­chia­ra­to:

“Per­ché il film ven­ga be­ne e per­ché ab­bia tut­ti gli in­gre­dien­ti che ren­do­no gran­de que­sto ge­ne­re bi­so­gna la­sciar­si an­da­re con la men­te, far viag­gia­re la pro­pria fan­ta­sia nei re­ces­si più oscu­ri della pro­pria ani­ma, cer­ca­re la par­te più “ma­la­ta” e na­sco­sta di noi stes­si.” Ed in que­sto, per far ar­ri­va­re dav­ve­ro al­lo spet­ta­to­re una sen­sa­zio­ne co­me quel­la della pau­ra, non po­te­va­no af­fi­dar­si ad at­to­re più az­zec­ca­to di

Pep­pe Ser­vil­lo, fra­tel­lo mag­gio­re del più fa­mo­so To­ny e front­man de­gli Avion Tra­vel, che nel film

sa­rà che il Mar­che­se Lan­zi, af­fian­ca­to da un un Bhè, pre­pa­ra­te­vi, i Ma­net­ti stan­no tor­nan­do. grup­po di gio­va­ni at­to­ri co­me Do­me­ni­co Die­le,

Claudio Di Bia­gio e Fran­ce­sca Cut­ti­ca, già al fian­co

dei Ma­net­ti ne L’Ar­ri­vo di Wang. È ve­ro, in qual­che ma­nie­ra un ri­chia­mo all’hor­ror, c’è qua­si in tut­te le ope­re dei due fra­tel­li re­gi­sti, non fos­se al­tro per omag­gia­re il ge­ne­re al qua­le so­no co­sì af­fe­zio­na­ti ed in­sie­me a lo­ro il pro­prio pub­bli­co, ma que­sta vol­ta i Ma­net­ti fan­no sul se­rio ed han­no in­ten­zio­ne di spa­ven­ta­re pa­rec­chi spet­ta­to­ri, co­me lo­ro stes­si di­co­no: “ Fi­nal­men­te è ve­nu­to il mo­men­to di fa­re i con­ti fi­no in fon­do con que­sto ge­ne­re e fa­cen­do Pau­ra ci sia­mo ac­cor­ti di per­ché una par­te di noi è sem­pre sfug­gi­ta”.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.