Gos­sip Girl

La serie tv per tee­na­ger chiu­de i bat­ten­ti

News Cinema - - SERIE TV - di Giu­lia Sbaf­fi

Good mor­ning Up­per Ea­st Si­ders... Ispi­ra­ta ai ro­man­zi di Ce­ci­ly Von Zie­ge­sar e pro­dot­ta da John Sch­war­tz per il net­work te­le­vi­si­vo sta­tu­ni­ten­se della CW, Gos­sip Girl fe­ce il suo gran­de esor­dio sul pic­co­lo scher­mo nell’in­ver­no del 2009. Da al­lo­ra il teen dra­ma che ha fat­to im­paz­zi­re le ado­le­scen­ti di mez­zo glo­bo, crean­do un mar­ke­ting sen­za pre­ce­den­ti e ri­vo­lu­zio­nan­do qua­si del tut­to il lin­guag­gio, so­prat­tut­to me­dia­ti­co, di mi­glia­ia di ra­gaz­zi­ne ( si fac­cia avan­ti chi non ha vi­sto cen­tu­pli­car­si il nu­me­ro di xo­xo a chiu­su­ra di mes­sag­gio dall’ini­zio della serie! ) ha rag­giun­to i 3.5 mi­lio­ni di te­le­spet­ta­to­ri ce­le­bran­do nel 2011 il rag­giun­gi­men­to del cen­te­si­mo epi­so­dio, da sem­pre ga­ran­zia del­le serie di successo, con un par­ty esclu­si­vo al qua­le ha par­te­ci­pa­to tut­to il ca­st as­sie­me ad un fol­to grup­po di fan ur­la­tri­ci e scatenate. Co­me tut­ti i pro­dot­ti di successo, eco­no­mi­co e di pub­bli­co in pri­mis, an­che Gos­sip Girl ha ri­chie­sto ne­ces­sa­ria­men­te ai suoi crea­ti­vi di por­ta­re a con­clu­sio­ne il rac­con­to che da quat­tro an­ni a que­sta par­te, il­lu­stra le sto­rie di vi­ta, gli amo­ri e le tra­sgres­sio­ni di un grup­po di ado­le­scen­ti di uno dei quar­tie­ri più gla­mour di tut­ta New York, l’Up­per Ea­st Si­de. A se­gui­to del bru­sco ca­lo di ascol­ti e al fi­sio­lo­gi­co im­po­ve­ri­men­to della tra­ma rag­giun­to in par­ti­co­lar mo­do nell’ul­ti­ma serie tra­smes­sa, Gos­sip Girl chiu­de­rà bat­ten­ti nel cor­so del pros­si­mo au­tun­no, quan­do an­drà in on­da, per 11 pun­ta­te la se­sta e ul­ti­ma sta­gio­ne del se­rial, co­me con­fer­ma­to dal suo pro­dut­to­re e dal presidente del net­work che lo ospi­ta. La se­sta sta­gio­ne si apri­rà con l’an­go­scian­te spa­ri­zio­ne della sua pro­ta­go­ni­sta as­so­lu­ta, la bion­da e fra­gi­le Se­re­na Van Der Wood­sen che tan­to ha fat­to e fa­rà im­pen­sie­ri­re le sue ami­che. Nel frat­tem­po, Blair, la spie­ta­ta mean girl dell’Up­per Ea­st Si­de, tor­men­ta­ta dal suo for­te e in­dis­so­lu­bi­le at­tac­ca­men­to per il tor­men­ta­to e

af­fa­sci­nan­te Chuck, cer­che­rà di riav­vi­ci­nar­si a lui per aiu­tar­lo a ri­con­qui­sta­re il suo im­pe­ro, dopo il ri­tor­no inat­te­so del pa­dre Bart. A ri­pa­ro dai quar­tie­ri al­ti, Dan Lo­ne­ly Boy Hum­ph­rey, in­ter­pre­ta­to da un

Pen Bad­gley che ve­dre­mo sui gran­di scher­mi nel ruo­lo del roc­ker Jeff Buc­kley, por­te­rà a ter­mi­ne un nuo­vo li­bro che pro­met­te an­co­ra più guai del pri­mo. La se­sta sta­gio­ne sa­rà pe­rò an­che quel­la dell’at­te­sis­si­ma rivelazione dell’iden­ti­tà di Gos­sip

Girl, la spie­ta­tis­si­ma fic­ca­na­so che at­tra­ver­so il suo blog, ha sve­la­to al pub­bli­co e a tut­ta la ric­ca gio­ven­tù new­yor­ke­se i pri­va­tis­si­mi se­gre­ti di Se­re­na e com­pa­gni. Sa­rà Na­te, per­so­nag­gio di­ve­nu­to len­ta­men­te qua­si se­con­da­rio a par­ti­re dal­la ter­za sta­gio­ne, a ri­ve­la­re la ve­ra iden­ti­tà di Gos­sip Girl per ren­de­re ce­le­bre

The Spec­ta­tor, il gior­na­le per cui la­vo­ra, al cen­tro del­le vi­cen­de della pas­sa­ta sta­gio­ne e tram­po­li­no di lan­cio per al­cu­ni dei suoi nuo­vi per­so­nag­gi co­me la ma­na­ger Dia­na, in­va­ghi­ta­si del bel ram­pol­lo de­gli Ar­chi­bald. Non sa­reb­be un fi­na­le che si ri­spet­ti sen­za il ri­tor­no dei gran­di an­ta­go­ni­sti della serie, fa­ran­no il lo­ro pla­tea­le ri­tor­no in­fat­ti, Bart Bass, il pa­dre ap­pa­ren­te­men­te de­ce­du­to di Chuck, ri­tor­na­to in gran for­ma per ri­pren­der­si ciò che era suo, Jack Bass, il per­fi­do zio per an­ni au­to­re di una corte spie­ta­ta e ma­nia­ca­le di Blair e di uno stu­dia­to sa­bo­tag­gio del ni­po­te Chuck e Geor­gi­na Sparks, il vol­to più te­mu­to dell’Up­per Ea­st Si­de, il per­so­nag­gio che ha ten­ta­to te­na­ce­men­te per an­ni di di­strug­ge­re la su­pre­ma­zia di Se­re­na e Blair, ten­tan­do più volte di met­ter­le in ri­va­li­tà tra lo­ro, nel di­spe­ra­to ten­ta­ti­vo di gua­da­gnar­si un po­sto da re­gi­na. Un fi­na­le che si pro­spet­ta ben as­sor­ti­to, un in­trec­cio di vi­cen­de di­ver­se che do­vreb­be pe­rò por­ta­re a ri­sol­ve­re i no­di fon­da­men­ta­li che ani­ma­no il rac­con­to ge­ne­ra­le della serie. Il con­ti­nuo ti­ra e mol­la tra Chuck e Blair, emblema di uno dei rap­por­ti più ama­ti e strug­gen­ti a cui i te­le­spet­ta­to­ri, an­zi le te­le­spet­ta­tri­ci, si sia­no mai af­fe­zio­na­te, il ten­ta­ti­vo di Dan d’in­se­rir­si in quel mon­do co­sì di­ver­so e co­sì cri­ti­ca­to da lui, in di­ver­si mo­men­ti an­che con il ci­ni­co de­si­de­rio di cam­biar­lo, al­tre volte, co­me nella quinta sta­gio­ne, sem­pli­ce­men­te at­trat­to dal­la for­te pas­sio­ne che lo le­ga al­le due pro­ta­go­ni­ste, Blair e Se­re­na, ed in­fi­ne la fra­gi­li­tà e la dif­fi­col­tà di Na­te, ma an­cor di più di Se­re­na, nel ten­ta­re di crea­re uno spa­zio pro­prio, di scrol­lar­si di dos­so l’eti­chet­ta di fa­mi­glia, in­ciam­pan­do più e più volte nelle pro­prie de­bo­lez­ze, le dro­ghe, il ses­so oc­ca­sio­na­le e le fu­ghe ver­so luo­go lon­ta­ni; so­no que­ste le co­lon­ne por­tan­ti della sto­ria, que­sti i no­di che do­vran­no es­se­re ri­sol­ti in que­st’ul­ti­ma sta­gio­ne, quan­do si spe­gne­ran­no i ri­flet­to­ri pun­ta­ti sull’ Up­per Ea­st Si­de e i suoi pro­ta­go­ni­sti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.