La po­st@ dei let­to­ri

SCRIVETE A: di­ret­to­re.oggi@rcs.it

Oggi - - Sommario -

FAZIO SÌ, FAZIO NO

Ca­ro di­ret­to­re, tut­ti in­di­gna­ti per il com­pen­so mi­lio­na­rio con­ces­so dal­la Rai a Fa­bio Fazio. Be­ne! Fa­te qual­co­sa in­ve­ce so­lo di in­di­gnar­vi. Per esem­pio non guar­da­te la sua tra­smis­sio­ne, co­me fac­cio io.

Ales­san­dro To­so­li­ni Ca­ro di­ret­to­re, Fazio ha det­to che tra quat­tro an­ni la­sce­rà la Rai. Ma no! Po­ve­ri­no. Mi spia­ce che sia li­gu­re co­me me. Ezio San­ti­ni Ca­ro di­ret­to­re, nel­la bu­sta pa­ga del si­gnor Fazio c’è anche una pic­co­lis­si­ma par­te dei miei sol­di. Non guar­do più la tra­smis­sio­ne.

Gian­fran­co C. Ca­ro di­ret­to­re, so­no una fan di Gian­ni Mo­ran­di da sem­pre. Io, clas­se 1952, po­trei es­se­re sua mo­glie! So­no anche fan di Fa­bio Fazio e del­la si­gno­ra Lit­tiz­zet­to che, ri­spet­to agli esor­di, si è “svol­ga­riz­za­ta”. Ma Fazio non lo vo­glio guar­da­re sui Rai 1, ec­che ca­vo­lo, con quel con­trat­to mi­lio­na­rio, che noi co­mu­ni mor­ta­li non sap­pia­mo nep­pu­re quan­ti sol­di sia­no. Li ho guar­da­ti en­tram­bi, fa­cen­do zap­ping, un po’ più a fa­vo­re di Rai 1. Co­me fa la te­le­vi­sio­ne Fazio, non la fa nes­su­no! In que­sto mo­men­to non mi in­te­res­sa quan­to gua­da­gna. I con­dut­to­ri bra­vi so­no so­lo Con­ti, il re­di­vi­vo Friz­zi, gran si­gno­re, e Amadeus...

An­na­ma­ria Da­ne­se

Ca­re let­tri­ci e ca­ri let­to­ri,

a par­te An­na­ma­ria, che tro­vo un po’ con­fu­sa, pro­se­gue la le­va­ta di scu­di con­tro Fazio. Ma la sfi­da di do­me­ni­ca scor­sa tra lui e Gian­ni Mo­ran­di si è con­clu­sa in so­stan­zia­le pa­ri­tà (ser­vi­zio a pag. 18). Gra­zie al­la Lux di Ma­til­de e Luca Ber­na­bei, Me­dia­set ha fi­nal­men­te tro­va­to una fic­tion che fun­zio­na. In Rai, Fazio ha con­vin­to più di 5 mi­lio­ni di te­le­spet­ta­to­ri, e chi in­vi­ta­va a boi­cot­tar­lo non ha avu­to gran­de se­gui­to. Sta­re­mo a ve­de­re se le polemiche con­ti­nue­ran­no. In­tan­to io, per non fa­re tor­to a nes­su­no, ho guar­da­to i ca­na­li spor­ti­vi.

SA­PE­RE L’INGLESE

Ca­ro di­ret­to­re, a pro­po­si­to del suo edi­to­ria­le sul­la lin­gua inglese: ho 68 an­ni e quan­do io e mio ma­ri­to an­da­va­mo in fe­rie all’este­ro ci tro­va­va­mo in se­ria dif­fi­col­tà, pur aven­do tut­ti e due fat­to le scuo­le su­pe­rio­ri. Mia fi­glia, che ades­so ha 38 an­ni, al­le me­die fa­ce­va so­lo fran­ce­se e io l’ho “ob­bli­ga­ta” a fre­quen­ta­re un cor­so po­me­ri­dia­no di inglese. Per for­tu­na, perché poi ha scel­to di fre­quen­ta­re il li­ceo lin­gui­sti­co. Ap­pe­na lau­rea­ta (sa­pe­va rus­so, te­de­sco, inglese e fran­ce­se) ha tro­va­to su­bi­to un bel la­vo­ro, gra­zie so­lo al fat­to di sa­pe­re le lin­gue. Ho ami­che del­la­mia età a Co­lo­nia e a Zu­ri­go che san­no per­fet­ta­men­te l’inglese, per aver­lo stu­dia­to a scuo­la. Non ca­pi­sco perché l’Ita­lia, in que­sto, sia tut­to­ra co­sì ar­re­tra­ta. Ali­da Bel­lè

Ca­ra Ali­da, io lo ca­pi­sco meno di lei. E mi pia­ce­reb­be su que­sto sen­ti­re le opi­nio­ni dei di­ri­gen­ti sco­la­sti­ci e de­gli in­se­gnan­ti.

COMMENTI ANTI-TRUMP

Ca­ro di­ret­to­re, il suo gior­na­le guar­da sem­pre a si­ni­stra: anche se in una sua­mail mi ha det­to di es­se­re as­so­lu­ta­men­te obiet­ti­vo, il suo com­men­to anti-Trump pro­prio non è riu­sci­to a ri­spar­miar­se­lo!

Eva Fa­ra­vel­li

Ca­ra Eva, non è ne­ces­sa­rio «es­se­re di si­ni­stra» per giu­di­ca­re Do­nald Trump. Ba­ste­reb­be chie­de­re ai Re­pub­bli­ca­ni Usa. O pren­de­re at­to che è il pre­si­den­te con il più bas­so gra­di­men­to, do­po un an­no al go­ver­no, dell’in­te­ra sto­ria ame­ri­ca­na. E sa qual è il mio ti­mo­re? Che non ab­bia­mo an­co­ra vi­sto niente...

DI MAIO E I CONGIUNTIVI

Ca­ro di­ret­to­re, in­di­pen­den­te­men­te dal mio cre­do po­li­ti­co ve­do che la stam­pa è ve­ra­men­te orien­ta­ta: se­gna­la­re in gial­lo i congiuntivi di Di Maio e di­men­ti­ca­re l’inglese di Al­fa­no (mi­ni­stro de­gli Este­ri!).

Mar­co Sa­lan­di­ni

Ca­ro Mar­co, a suo tem­po ab­bia­mo al­le­gra­men­te mas­sa­cra­to l’inglese mac­che­ro­ni­co di Al­fa­no (« de uaind », che sa­reb­be the wind). Ma al­me­no, lui, non ri­schia­mo di ri­tro­var­ce­lo pre­si­den­te del Con­si­glio...

METTI VIA IL CELLULARE

Ca­ro di­ret­to­re, io, co­me Aldo Caz­zul­lo e mol­tis­si­mi ge­ni­to­ri, non rie­sco a to­glie­re quel ma­le­det­to ar­ne­se chia­ma­to smart­pho­ne dal­le ma­ni dei miei fi­gli. Ma qua­le dia­lo­go, è una li­te con­ti­nua!

Gio­van­ni S. Ca­ro Gio­van­ni, a chi lo di­ce! Più che una li­te, è una lot­ta con­ti­nua.

A de­stra, An­ge­li­no Al­fa­no, 46. Sot­to, Lui­gi Di Maio, 31. Il pre­si­den­te ame­ri­ca­no Do­nald Trump, 71. Aldo Caz­zul­lo, 51, con i fi­gli Francesco, 20, e Ros­sa­na, 17.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.