Noe­mi Le­ti­zia Aspet­ta il ter­zo fi­glio?

È NO­TA PER­CHÉ BER LUSCO N I, CHE­LE I CHIA­MA­VA« PA­PI », AN­DÒ AL SUO 18° COM­PLEAN­NO. OG­GI HA UN FI­DAN­ZA­TO COSTRUTTO REE, A GIU­DI­CA­RE DAL PAN CINO, NO­VI­TÀ IN AR­RI­VO

Oggi - - Sommario - di M. G. Capone

sor­ri­si smor­za­ti da un ma­les­se­re, lo sguar­do di lui che cer­ca ras­si­cu­ra­zio­ne, la ma­no che in­ce­de sul ven­tre. I sus­sur­ri nell’en­tou­ra­ge par­la­no di una gra­vi­dan­za di quat­tro me­si per Noe­mi Le­ti­zia, la 27en­ne di Por­ti­ci fa­mo­sa per chia­ma­re «pa­pi» Sil­vio Ber­lu­sco­ni. Og­gi al suo fian­co c’è Carlo Pi­ca, 50en­ne co­strut­to­re na­po­le­ta­no, che con premura pro­va a di­strar­la dal­le nau­see con un wee­kend a Ca­pri. La cop­pia ha al­log­gia­to in una re­si­den­za di lus­so dell’iso­la, con lei che ha evi­ta­to di espor­si al so­le re­stan­do sem­pre all’om­bra e sen­za to­glier­si nean­che il co­pri­co­stu­me. Poi, con una bar­ca, i due so­no ap­pro­da­ti via mare in uno dei ri­sto­ran­ti più in­can­te­vo­li dell’iso­la, La Fon­te­li­na, una strut­tu­ra na­ta nel 1949 co­me sta­bi­li­men­to bal­nea­re esclu­si­vo che sor­ge pro­prio di fron­te ai Fa­ra­glio­ni. Qui Noe­mi ha as­sag­gia­to qual­che piat­to leg­ge­ro. La co­man­da in cu­ci­na stu­pi­sce per­ché la ri­chie­sta con­sue­ta del­la clien­te­la è a base di pe­sce, men­tre la cop­pia si è rac­co­man­da­ta, per il

piat­to di lei, l’as­sen­za di frut­ti di mare e cro­sta­cei, le spe­cia­li­tà del ri­sto­ran­te. Per tut­to il tem­po Noe­mi è ap­par­sa spos­sa­ta, le on­de del mare sul­la bar­ca l’han­no in­fa­sti­di­ta e il suo in­na­mo­ra­to agée ha pro­va­to in ogni mo­do a far­le tor­na­re il sor­ri­so, scher­zan­do con qual­che bat­tu­ta e mo­stran­do­si te­ne­ro e pre­mu­ro­so.

L’AMO­RE È NA­TO ALL’IM­PROV­VI­SO

Tra lo­ro, la sto­ria è sboc­cia­ta all’im­prov­vi­so lo scor­so di­cem­bre. Noe­mi usci­va da set­te an­ni di fi­dan­za­men­to, due fi­gli e un ma­tri­mo­nio du­ra­to ap­pe­na due me­si con Vit­to­rio Ro­ma­no, 37en­ne ram­pol­lo del­la Na­po­li be­ne, con tan­to di li­ti­ga­ta fi­ni­ta sul­le pa­gi­ne dei gior­na­li lo­ca­li. Era a ce­na con ami­ci e al ta­vo­lo c’era Carlo d’Or­ta, 35en­ne av­vo­ca­to na­po­le­ta­no con cui ave­va ini­zia­to una sto­ria fa­cen­do la spo­la tra Na­po­li e Ro­ma, do­ve lui la­vo­ra. «Un amo­re che mi ren­de fe­li­ce», con­fes­se­rà a chi le chie­de se è una sto­ria se­ria. Du­re­rà po­co pe­rò, il tem­po di in­cro­cia­re lo sguar­do del cin­quan­ten­ne che le ru­be­rà il cuo­re. Nel pe­rio­do na­ta­li­zio esce al­lo sco­per­to con Carlo Pi­ca, che la spin­ge an­che a cer­ca­re in­di­pen­den­za e a dar­si da fa­re nel­le at­ti­vi­tà im­pren­di­to­ria­li, set­to­re in cui Noe­mi ec­cel­le per idee ma non con la pra­ti­ca. Dai suoi fa­mo­si 18 an­ni fi­ni­ti sui gior­na­li di tut­to il mon­do, per la pre­sen­za di «pa­pi» Sil­vio all’epo­ca pre­si­den­te del Con­si­glio, ha so­gna­to di lan­cia­re una li­nea di co­stu­mi da ba­gno, poi di pro­fu­mi, ma do­po l’in­ve­sti­men­to e le pri­me col­le­zio­ni nes­sun pro­dot­to fir­ma­to «Na­my» (co­sì ave­va re­gi­stra­to il suo marchio con il fa­mo­so lo­go del­la far­fal­la, ugua­le al cion­do­lo che Ber­lu­sco­ni re­ga­la­va al­le sue «ospi­ti del­le ce­ne ga­lan­ti») è fi­ni­to nei ne­go­zi. Noe­mi pe­rò in­si­ste, e an­nun­cia di aver in­ve­sti­to la sua crea­ti­vi­tà in una piz­ze­ria che sta per inau­gu­ra­re al cen­tro di Na­po­li. La piz­ze­ria pe­rò ha qual­che pro­ble­ma bu­ro­cra­ti­co da si­ste­ma­re e ha aper­to ap­pe­na qual­che gior­no fa. Sen­za Noe­mi, per­ché nel frat­tem­po i rap­por­ti con i so­ci si so­no raf­fred­da­ti e in­ter­rot­ti. Al­tro an­nun­cio, è l’aper­tu­ra di un’agen­zia di ser­vi­zi con l’amica Mir­ta e sta­vol­ta la chia­ma «Ny­mi». For­ni­sce ta­te, ba­by sit­ter, pue­ri­cul­tri­ci e colf ma l’agen­zia non de­col­la. Se la ter­za gra­vi­dan­za sa­rà con­fer­ma­ta, use­rà i ser­vi­gi per lei stes­sa.

«SO­GNO CHE SIA UN MASCHIETTO»

Ha ri­nun­cia­to a mas­sag­gi e trat­ta­men­ti este­ti­ci, che fi­no­ra era­no un ap­pun­ta­men­to fis­so tre vol­te a set­ti­ma­na, e a po­che ami­che ha con­fes­sa­to la dol­ce no­ti­zia: sogna «che sia ma­schio», per­ché Carlo nel suo pre­ce­den­te ma­tri­mo­nio ha già avu­to due bel­lis­si­me fi­glie or­mai gran­di.

RELAXE CUR­VE PROMINENTI: È INARRIVO IL TERZOBAMBINO? Ca­pri (Na­po­li). So­pra, Noe­mi Le­ti­zia, 27, sul let­ti­no con il te­le­fo­no. Ha un pancino pro­mi­nen­te (an­che sot­to). A si­ni­stra, Noe­mi con i suoi fi­gli Bea­tri­ce, 4, e Va­le­rio, 3.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.