Tro­va 400 eu­ro. Il mi­gran­te li con­se­gna

I sol­di in un bor­so­ne con car­te di cre­di­to e cel­lu­la­re. A smar­rir­lo dei turisti a Brindisi

Quotidiano di Puglia (Brindisi) - - Da Prima Pagina - di Mariateresa LANZILLOTTI

Un ra­gaz­zo ospi­te del cen­tro di ac­co­glien­za Green Gar­den, sul­la Ca­ro­vi­gno-San Vi­to, ha re­cu­pe­ra­to a Brindisi uno zai­no ab­ban­do­na­to: den­tro de­na­ro (qua­si 400 eu­ro), car­te di cre­di­to e un cel­lu­la­re. Non ci ha pen­sa­to su un at­ti­mo: ha pre­so il pull­man, è tor­na­to a Ca­ro­vi­gno e ha con­se­gna­to tut­to ai ca­ra­bi­nie­ri. I qua­li han­no rin­trac­cia­to i pro­prie­ta­ri, una cop­pia di turisti te­de­schi in va­can­za.

Tro­va un por­ta­fo­gli pie­no di banconote e car­te di cre­di­to e lo con­se­gna ai ca­ra­bi­nie­ri. Pro­ta­go­ni­sta del­la sto­ria a lie­to fi­ne un ra­gaz­zo ospi­te del cen­tro di ac­co­glien­za “Green Gar­den” di Ca­ro­vi­gno che l’al­tro po­me­rig­gio si tro­va­va a spas­so per le vie del quar­tie­re Pa­ra­di­so, a Brindisi. Il ra­gaz­zo si è ac­cor­to ca­sual­men­te di quel­lo zai­no con­te­nen­te de­na­ro e car­te di cre­di­to, e non ci ha pen­sa­to due vol­te a sa­li­re su un pull­man e con­se­gna­re tut­to ai ca­ra­bi­nie­ri di Ca­ro­vi­gno. Fe­li­ce per il ri­tro­va­men­to, la cop­pia di turisti te­de­schi che ave­va smar­ri­to il bor­so­ne, ha rag­giun­to la ca­ser­ma per com­pli­men­tar­si con il ra­gaz­zo.

Ama­du Se­say, è un gio­va­ne co­me tan­ti. Una di quel­le per­so­ne del­le qua­li qua­si nes­su­no co­no­sce il no­me, la sto­ria. Un mi­gran­te. Uno dei tan­ti, un nu­me­ro, par­te di un pro­ble­ma che dà fa­sti­dio a mol­ti. Un 28en­ne che, a dif­fe­ren­za dei suoi coe­ta­nei che in “pa­tria” pos­so­no con­ta­re sul so­ste­gno del­la fa­mi­glia, è so­lo e lon­ta­no da ca­sa. Che sta lot­tan­do per ot­te­ne­re asi­lo po­li­ti­co in Ita­lia.

Ie­ri, Ama­du era a Brindisi, pas­seg­gia­va nel quar­tie­re Pa­ra­di­so con al­cu­ni ami­ci, i suoi com­pa­gni di sven­tu­ra. Era­no cir­ca le 16 e la lu­ce del so­le il­lu­mi­na­va an­co­ra le stra­de.

Ad un trat­to, Ama­du ha no­ta­to uno zai­no. Uno di quei bor­so­ni che usa­no i turisti per por­tar­si tut­to ap­pres­so ne­gli spo­sta­men­ti.

In­cu­rio­si­to, il ra­gaz­zo lo ha rag­giun­to, era a ter­ra, ap­pog­gia­to sul mar­cia­pie­di. Ama­du ha de­ci­so di aprir­lo. Ab­bas­sa­ta la cer­nie­ra ci ha tro­va­to quel­lo che per mol­ti sa­reb­be sta­to un lau­to bot­ti­no. Ve­sti­ti, at­trez­zi da bi­ci, un cel­lu­la­re da po­co usci­to sul mer- ca­to, un por­ta­fo­glio pe­san­te. Den­tro c’era de­na­ro con­tan­te, 400 eu­ro - per la pre­ci­sio­ne 364 eu­ro -, e quat­tro car­te di cre­di­to, as­sie­me ai do­cu­men­ti di un 63en­ne te­de­sco.

Og­get­ti che han­no fat­to su­bi­to pen­sa­re che chi li aves­se smar­ri­ti fos­se un tu­ri­sta, una per­so­na che non ha pro­ble­mi eco­no­mi­ci, an­zi, che si può per­met­te­re per­si­no di viag­gia­re. De­na­ro, pre­zio­so per chi non ne ha. Un cel­lu­la­re che si ri­ven­de fa­cil­men­te. At­trez­zi che tor­na­no mol­to uti­li a chi è for­tu­na­to se ha una bi­ci per spo­star­si dal cen­tro di ac­co­glien­za ai pae­si vi­ci­ni.

For­se Ama­du ci ha pen­sa­to. Si è chie­sto co­sa avreb­be po­tu­to fa­re con tut­ti quei sol­di. For­se ci ha ra­gio­na­to un po’ su o for­se no. La cer­tez­za è che Ama­du ha cer­ca­to il pri­mo pull­man uti­le per fa­re la co­sa giu­sta.

È sa­li­to a bor­do di un mez­zo del tra­spor­to pub­bli­co lo­ca­le ed è an­da­to a Ca­ro­vi­gno da quei ca­ra­bi­nie­ri che a vol­te al­cu­ni in­vo­ca­no spe­ran­do scac­ci­no quel­li co­me lui, gli im­mi­gra­ti. Gli uo­mi­ni in divisa nei qua­li Ama­du ri­po­ne la sua fi­du­cia.

Era­no qua­si le 19, quan­do è ar­ri­va­to in ca­ser­ma, il co­man­dan­te An­to­nio Pre­te era an­co­ra in servizio. Il ra­gaz­zo lo ha rag­giun­to, si è fi­nal­men­te tol­to dal­le spal­le il pe­san­te bor­so­ne e glie­lo ha con­se­gna­to, pre­gan­do­lo di rin­trac­ciar­ne il pro­prie­ta­rio per re­sti­tuir­gli tut­to.

Gli uo­mi­ni del­la ca­ser­ma si so­no su­bi­to messi a la­vo­ro e quel tu­ri­sta lo han­no tro­va­to. Era a Brindisi, af­fran­to con la mo­glie per aver per­so ve­sti­ti, sol­di e cel­lu­la­re.

Ie­ri mat­ti­na, la cop­pia te­de­sca è an­da­ta in ca­ser­ma ed ha ri­pre­so lo zai­no. A que­sto pun­to i due turisti avreb­be­ro po­tu­to rin­gra­zia­re i ca­ra­bi­nie­ri ed an­da­re via. E in­ve­ce no. Han­no chie­sto al co­man­dan­te co­me si chia­mas­se il ra­gaz­zo che ave­va sal­va­to la lo­ro va­can­za e do­ve avreb­be­ro po­tu­to tro­var­lo.

Pre­te si è mes­so in con­tat­to con i ge­sto­ri del Green Gar­den, il Cas che sta sul­la stra­da che col­le­ga Ca­ro­vi­gno a San Vi­to dei Nor­man­ni e l’in­con­tro è sta­to com­bi­na­to.

La cop­pia ha rag­giun­to Ama­du e fi­nal­men­te ha po­tu­to co­no­scer­lo e rin­gra­ziar­lo.

Per un gior­no, il 28en­ne del­la Sier­ra Leo­ne non è sta­to so­lo “un mi­gran­te”, uno di quel­li che “chis­sà co­sa vo­glio­no, co­sa com­bi­ne­ran­no”, ma il pro­ta­go­ni­sta di una sto­ria che an­nien­ta i pre­giu­di­zi ed ac­cor­cia le di­stan­ze.

La ca­ser­ma dei ca­ra­bi­nie­ri di Ca­ro­vi­gno: è qui che il mi­gran­te si è re­ca­to per con­se­gna­re lo zai­no con i sol­di

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.