LI­BRI, IL PE­SO DI UNA SFI­DA LUN­GA 22 AN­NI

Quotidiano di Puglia (Lecce) - - Da Prima Pagina - di Egidio ZACHEO*

Nell’ar­ti­co­lo di ie­ri su Quo­ti­dia­no di Ros­sa­no Astre­mo vie­ne pre­sen­ta­ta co­me no­vi­tà da rea­liz­za­re con ur­gen­za quel­la di da­re vi­ta an­che nel Sud a una “Fie­ra del li­bro”. Si con­ti­nua poi par­lan­do dell’in­ter­ven­to di tre gros­si in­tel­let­tua­li del ca­li­bro di Al­ber­to Asor Ro­sa, Franco Car­di­ni e Giu­sep­pe La­ter­za.

I tre in­di­ca­no co­me una del­le prin­ci­pa­li emer­gen­ze me­ri­dio­na­li (e pu­glie­si) quel­la di col­ma­re il vuo­to - tra le nuo­ve ge­ne­ra­zio­ni spe­cial­men­te - che si re­gi­stra nel­la let­tu­ra di li­bri. E vie­ne sug­ge­ri­ta co­me se­de più op­por­tu­na per tut­to que­sto Bari, so­prat­tut­to per­ché Lec­ce, pur es­sen­do sta­ta pro­cla­ma­ta nel 2016 “Cit­tà del Li­bro 2017”, nel cor­so di que­sto in­te­ro anno non ha pro­gram­ma­to nem­me­no una (di­ce­si una) ini­zia­ti­va ri­guar­dan­te il li­bro.

A par­te l’inap­pro­pria­to ca­so di Lec­ce, cit­tà che per il li­bro tra­di­zio­nal­men­te non ha mai fat­to nien­te e che, per­ciò, al ri­guar­do non ha ma­tu­ra­to al­cu­na espe­rien­za, sal­vo la sup­po­nen­za di al­cu­ni suoi am­mi­ni­stra­to­ri, per­ché pro­prio Bari? Per­ché è il ca­po­luo­go di re­gio­ne? Per­ché è cit­tà me­tro­po­li­ta­na? Per­ché può in­ter­cet­ta­re più ri­sor­se?

Per ca­ri­tà, ri­spon­de­re sì a tut­ti que­sti in­ter­ro­ga­ti­vi non è sba­glia­to, è inop­por­tu­no, è un per­de­re tem­po, un vo­ler ini­zia­re dac­ca­po ciò che il ter­ri­to­rio pu­glie­se e sa­len­ti­no fan­no già da tem­po e per il qua­le han­no ma­tu­ra­to una solida com­pe­ten­za e gua­da­gna­to una cer­ta con­si­de­ra­zio­ne. Che sen­so ha, in­fat­ti, una “Cit­tà del Li­bro” a Bari quan­do nel Sa­len­to, nel­la cit­tà di Cam­pi Sa­len­ti­na, da ven­ti­due an­ni ne esi­ste una che, pur tra mil­le dif­fi­col­tà e nel­la scar­sa pre­sen­za di ri­sor­se pub­bli­che, va avan­ti, si è con­so­li­da­ta e go­de di una ot­ti­ma re­pu­ta­zio­ne aven­do ma­tu­ra­to una espe­rien­za uni­ca e ori­gi­na­le.

Se qual­cu­no fos­se in­dot­to a pen­sa­re che Cam­pi Sa­len­ti­na non può ave­re le ca­pa­ci­tà di Bari, ri­spon­de­rei su­bi­to che sba­glia. Sba­glia per­ché Cam­pi non è so­la: con lei c’è un Sa­len­to che cre­sce, un ter­ri­to­rio am­pio che è coin­vol­to, una sto­ria in que­sto cam­po che Bari non ha, una vo­ca­zio­ne antica (una espe­rien­za si­mi­le nel­la gran­de Na­po­li è fal­li­ta da tem­po). E una col­lo­ca­zio­ne geo­gra­fi­ca per­fet­ta (al cen­tro del­le pro­vin­ce di Ta­ran­to, Lec­ce e Brin­di­si) per quel­lo che la Pu­glia, co­me En­te, po­treb­be fa­re nel con­te­sto in­ter­na­zio­na­le me­di­ter­ra­neo.

La “Cit­tà del Li­bro” di Cam­pi Sa­len­ti­na, in­fat­ti, si po­ne l’obiet­ti­vo di raf­for­za­re il dia­lo­go fra tut­te le spon­de del Me­di­ter­ra­neo. Scrit­to­ri, uni­ver­si­tà, edi­to­ri, in­tel­let­tua­li dei Pae­si del Sud del Me­di­ter­ra­neo so­no sem­pre più no­stri ospi­ti. E que­st’anno (dal 23 al 26 no­vem­bre pros­si­mo) sa­ran­no an­co­ra più nu­me­ro­si. A Cam­pi da an­ni ope­ra, con ri­sul­ta­ti mol­to po­si­ti­vi, l’as­so­cia­zio­ne On­lus “Sal­va­to­re Ca­la­bre­se” che ha il com­pi­to di rap­por­tar­si con i Pae­si del Nord Afri­ca e ma­gre­bi­ni. La pra­ti­ca del­la let­tu­ra pres­so le nuo­ve ge­ne­ra­zio­ni è con­cre­ta­men­te so­ste­nu­ta do­nan­do ogni fi­ne anno sco­la­sti­co un li­bro a tut­ti gli stu­den­ti del­le scuo­le co­mu­na­li ele­men­ta­ri e me­die e a tut­ti i do­cen­ti (cir­ca 1500 vo­lu­mi l’anno) e re­ga­lan­do un li­bro a tut­ti i gio­va­ni che ven­go­no a far­ci vi­si­ta.

Que­sta sto­ria pe­sa e di es­sa bi­so­gna te­ner con­to. Il te­ma spe­ci­fi­co del­la dif­fu­sio­ne del li­bro in Pu­glia qui è già una real­tà che va in­co­rag­gia­ta ul­te­rior­men­te.

Al­lo­ra so­ste­nia­mo que­sta real­tà già esi­sten­te e qua­li­fi­ca­ta at­tra­ver­so un im­pe­gno più con­cre­to di tut­te le isti­tu­zio­ni (Re­gio­ne in pri­mo luo­go).

In una as­sem­blea con i Sin­da­ci del­la Pu­glia dell’anno scor­so, lan­ciai al Pre­si­den­te Emi­lia­no la sfi­da che, se aves­se da­to al­la “Cit­tà del Li­bro” di Cam­pi Sa­len­ti­na an­che la me­tà del­le ri­sor­se che de­sti­na al­la “Not­te del­la Ta­ran­ta”, Cam­pi gli avreb­be fat­to ve­de­re i “sor­ci ver­di” non per una so­la not­te, ma per un anno in­te­ro.

Per noi la sfi­da è sem­pre in pie­di.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.