Gui­da al­le por­zio­ni

Gli stu­di in pro­po­si­to di­mo­stra­no che le por­zio­ni pic­co­le sa­zia­no co­me quel­le gran­di per­ché, ai no­stri tem­pi, la fa­me si sen­te di più nel cer­vel­lo che nel­lo sto­ma­co

Saper Vivere - - Salute Attiva -

Nel­le pa­gi­ne pre­ce­den­ti di que­sto ser­vi­zio ab­bia­mo im­pa­ra­to a guar­da­re con al­tri oc­chi – e con un po’ più di au­to­cri­ti­ca – la no­stra di­spen­sa. Ab­bia­mo im­pa­ra­to an­che a ri­co­no­sce­re gli ali­men­ti che bi­so­gna sem­pre ave­re (in­si­stia­mo sul fat­to che i le­gu­mi so­no un ma­gni­fi­co aiu­to an­ti-chi­li e che puoi man­giar­li in pre­pa­ra­zio­ni tie­pi- de con ver­du­re in pez­zi, per esem­pio) e a sa­pe­re che co­sa com­por­ta per il no­stro pe­so man­gia­re fuo­ri di ca­sa o abu­sa­re di piat­ti pre­cot­ti. Ma giun­ti a que­sto pun­to dob­bia­mo fa­re le­va su un altro aspet­to im­por­tan­te: le quan­ti­tà che con­su­mia­mo.

Oggi ten­dia­mo a ser­vir­ci trop­po,

e tut­to ciò im­pli­ca as­su­me­re più ca­lo­rie .

Con il pa­ne ec­ce­dia­mo il dop­pio.

In ogni pa­sto do­vrem­mo as­su­me­re cir­ca 40 g di pa­ne (lo spes­so­re di quat­tro di­ta) ma la no­stra se­con­da rac­co­man­da­zio­ne è di abi­tuar­si all’in­te­gra­le o al pa­ne di se­ga­le.

Se non ma­sti­chi, le por­zio­ni sem­bra­no pic­co­le.

Quan­do man­gi di fret­ta non dai tem­po al tuo cer­vel­lo di per­ce­pi­re ciò che man­gi.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.