Sce­na­ri che cam­bia­no All’ini­zio fu il char­ter

TTG Italia - - Primo Piano -

“Tut­to ciò che un tem­po era char­ter or­mai è di­ven­ta­to di li­nea. E an­che i con­trat­ti char­ter che si­glia­mo in vuo­to/pie­no non rap­pre­sen­ta­no che una par­te del bu­si­ness”. Con que­sta fra­se il di­ret­to­re sa­les di Me­ri­dia­na Mas­si­mo Crip­pa - che un tem­po ri­por­ta­va sul pro­prio bi­gliet­to da vi­si­ta la di­ci­tu­ra ‘char­ter di­rec­tor sa­les’ - in­qua­dra un com­par­to in costante evo­lu­zio­ne. I rap­por­ti con i t.o. mu­ta­no, “per­ché i cam­bia­men­ti av­ven­go­no ve­lo­ce­men­te: le con­trat­ta­zio­ni non so­no più quel­le di pri­ma e i 120150 mi­lio­ni che con­trat­tua­liz­zia­mo co­me vuo­to per pie­no ora van­no som­ma­te a con­trat­ti di li­nea, ma­ga­ri più ca­ri per l’ope­ra­to­re, ma di cer­to più fles­si­bi­li”. In que­sto sce­na­rio si in­se­ri­sco­no poi le in­co­gni­te di mer­ca­to le­ga­te ai com­pe­ti­tor, da Blue Pa­no­ra­ma ad Ali­ta­lia, pas­san­do per Neos:“I player ita­lia­ni so­no ri­ma­sti po­chi, ma la sta­bi­li­tà del mer­ca­to non può che far be­ne a tut­ti”. Il ri­fe­ri­men­to è ad Ali­ta­lia, che Crip­pa non ve­de so­lo co­me un con­cor­ren­te:“Cer­to che esi­ste la com­pe­ti­zio­ne tra noi, ma esi­sto­no an­che dei rap­por­ti di fi­lie­ra su cui, se sia­mo al­li­nea­ti, pos­sia­mo far sen­ti­re la no­stra vo­ce co­me rap­pre­sen­tan­ti del mer­ca­to e trar­ne van­tag­gio tut­ti”.

Mas­si­mo Crip­pa, sa­les di­rec­tor Me­ri­dia­na

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.