I SE­GRE­TI DEL BIOMARKETING

TTG Italia - - Offline Vs Online -

“Ba­sta par­la­re di cri­si del­le agen­zie, il mo­del­lo non è mor­to, ma ri­cor­da­te che la ra­zio­na­li­tà por­ta al­la va­lu­ta­zio­ne, men­tre le emo­zio­ni in­du­co­no all'azio­ne”. È con que­sta sem­pli­ce ma sa­lien­te pre­mes­sa che Giu­lia­no No­ci, do­cen­te di mar­ke­ting al Po­li­tec­ni­co di Mi­la­no, ha aper­to il suo in­ter­ven­to nel­la In­du­stry Vi­sion Are­na di TTG Tra­vel Ex­pe­rien­ce 2018. “Fa­re del prez­zo bas­so l’item do­mi­nan­te del pro­ces­so de­ci­sio­na­le del clien­te non ser­ve - av­ver­te il pro­fes­so­re -: dob­bia­mo far le­va sul­le emo­zio­ni”. È il biomarketing a per­met­te­re all’in­du­stria, og­gi, di in­ter­pre­ta­re ef­fi­ca­ce­men­te le rea­zio­ni dei clien­ti a sti­mo­li di mar­ke­ting. “Sap­pia­mo che i com­por­ta­men­ti di ac­qui­sto si ba­sa­no sull’eve­ry­ti­me ed eve­ry­whe­re shop­ping. Per­ché, al­lo­ra, il mo­del­lo di­stri­bu­ti­vo non si ade­gua?”, si chie­de No­ci. Tra i con­si­gli per le adv, l’am­plia­men­to del­la gam­ma dei plus e dei ser­vi­zi an­cil­la­ri pro­po­sti, che aiu­ta­no pro­fit­ta­bi­li­tà e dia­lo­go con i clien­ti. È im­por­tan­te, poi, far in­te­ra­gi­re la pro­pria of­fer­ta on­li­ne con quel­la of­fli­ne, per ave­re tan­ti pun­ti di con­tat­to con il con­su­ma­to­re, in un’ot­ti­ca mul­ti­ca­na­le. La tec­no­lo­gia è im­por­tan­te, ma la re­la­zio­ne lo è di più. “Ama­zon non ha co­strui­to il suo suc­ces­so sul prez­zo o sull’innovazione, ma sul cu­sto­mer ca­re - esem­pli­fi­ca il do­cen­te, in­tro­du­cen­do il con­si­glio più im­por­tan­te -: pro­po­ne­te un ser­vi­zio di con­su­len­za ad al­to va­lo­re ag­giun­to, pas­san­do da una pro­po­si­zio­ne ge­ne­ra­li­sta ad una ver­ti­ca­le, spe­cia­liz­za­ta”.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.