L’evo­lu­zio­ne del travel ma­na­ger al tem­po del­la cri­si. E ol­tre

Turismo d'Affari - - EDITORIALE -

Di al­ta ve­lo­ci­tà fer­ro­via­ria e di po­li­cy, di hô­tel­le­rie e di tec­no­lo­gia, di no­leg­gio a lun­go ter­mi­ne e di tmc. So­no mol­ti gli ar­go­men­ti trat­ta­ti in que­sto pri­mo nu­me­ro del 2014 di Tu­ri­smo d’Af­fa­ri, in at­te­sa del­la tra­di­zio­na­le pre­sen­ta­zio­ne al­la Bit di Mi­la­no dell’Os­ser­va­to­rio sul Bu­si­ness Travel, che co­me ogni an­no trac­ce­rà gli sce­na­ri con la for­za in­con­tro­ver­ti­bi­le dei nu­me­ri. In par­ti­co­la­re, vi in­vi­to al­la let­tu­ra del­la no­stra co­ver sto­ry, che ha vo­lu­to af­fron­ta­re, in­ter­vi­stan­do­ne i pro­ta­go­ni­sti, gli aspet­ti le­ga­ti al­la pro­fes­sio­na­li­tà del travel ma­na­ger in azien­da. Dun­que, co­me evol­ve que­sta fi­gu­ra? Se ne­gli ul­ti­mi an­ni il suo com­pi­to è sta­to pre­va­len­te­men­te quel­lo di con­te­ne­re i co­sti le­ga­ti al­la ge­stio­ne dei viag­gi d’af­fa­ri, il travel ma­na­ger di og­gi svi­lup­pa nel suo ruo­lo nuo­ve com­pe­ten­ze che lo met­to­no in con­tat­to con di­ver­si re­par­ti azien­da­li, co­me l’uf­fi­cio ac­qui­sti, le ri­sor­se uma­ne e il mar­ke­ting. Non so­lo. Se i viag­gi se­gna­no sem­pre più mar­ca­ta­men­te la cre­sci­ta del­le tra­sfer­te in­ter­na­zio­na­li, chi in azien­da si oc­cu­pa di bu­si­ness travel de­ve an­che svi­lup­pa­re le co­no­scen­ze adat­te a ge­sti­re le nor­ma­ti­ve in­ter­na­zio­na­li e le pos­si­bi­li cri­ti­ci­tà dei Pae­si di de­sti­na­zio­ne. Tut­ta que­sta pro­fes­sio­na­li­tà po­treb­be – o me­glio, do­vreb­be – por­ta­re i travel ma­na­ger ver­so am­bi­ti di­ri­gen­zia­li di ver­ti­ce, ma le azien­de non sem­bra­no, da que­sto pun­to di vi­sta, pron­te a com­pren­de­re l’uti­li­tà di ta­le evo­lu­zio­ne. Le agen­zie, dal can­to lo­ro, han­no in­ve­ce com­pre­so di in­te­ra­gi­re con fi­gu­re sem­pre più esper­te e la­vo­ra­no nel­la di­re­zio­ne di una con­su­len­za via via più ac­cu­ra­ta e spe­cia­liz­za­ta. L’an­no nuo­vo è ap­pe­na ini­zia­to e, co­me spes­so ca­pi­ta, è nei mo­men­ti più dif­fi­ci­li che ven­go­no colte le oc­ca­sio­ni mi­glio­ri. Buon 2014.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.