IL MAR­KE­TING DEL­LE PER­SO­NE

Turismo d'Italia - - Hospitality / Hotel Hub -

Nel mar­ke­ting è fi­nal­men­te co­min­cia­ta l’era del­le per­so­ne, che de­vo­no es­se­re al cen­tro di ogni stra­te­gia di mar­ke­ting, so­prat­tut­to in hotel. Bi­so­gna quin­di pun­ta­re sul ca­pi­ta­le uma­no: in­ve­sti­te sui vo­stri col­la­bo­ra­to­ri e mo­ti­va­te­li, i ri­sul­ta­ti ar­ri­ve­ran­no

Lo ha af­fer­ma­to an­che Ko­tler di re­cen­te, in un suo spea­ch a Mi­la­no: le per­so­ne, ov­ve­ro la settima le­va del suo mi­ti­co teo­re­ma del mar­ke­ting mix, so­no al cen­tro del nuo­vo mo­do di fa­re im­pre­sa. Mi pia­ce mol­to que­sto con­cet­to, per­ché nell’evo­lu­zio­ne del mar­ke­ting pri­ma ab­bia­mo avu­to un orien­ta­men­to sfre­na­to al mer­ca­to, poi sia­mo pas­sa­ti al pro­dot­to e fi­nal­men­te sia­mo ap­pro­da­ti all’era del­le per­so­ne con un for­te orien­ta­men­to al clien­te, che an­che nel mar­ke­ting di­ven­ta­no par­te at­ti­va del pro­ces­so e una del­le le­ve più im­por­tan­ti. Per dir­la in bre­ve: «Se non hai an­co­ra ca­pi­to che de­vi investire sul tuo ca­pi­ta­le uma­no, vai al ma­re, non fa­re l’im­pren­di­to­re dell’hô­tel­le­rie».

IM­PLE­MEN­TA­RE IL SER­VI­ZIO

Ma ve­dia­mo co­sa suc­ce­de real­men­te sul mer­ca­to. Le strut­tu­re han­no or­mai ca­pi­to che de­vo­no rin­no­va­re le ca­me­re, le Spa, il boo­king on li­ne, tut­to per­fet­to… ma il ser­vi­zio chi lo rin­no­va? Il ser­vi­zio che è al­la ba­se del fun­zio­na­men­to di tut­to il re­sto, chi lo im­ple­men­ta? Il mar­ke­ting al­ber­ghie­ro è vi­vo e vi­ve pro­prio del­la con­ta­mi­na­zio­ne che si crea nel rap­por­to tra clien­te e ope­ra­to­re. Nell’ul­ti­mo me­se so­no sta­to qua­si sem­pre a Ibi­za per se­gui­re al­cu­ne start up di no­stri clien­ti e ho vo­lu­to sog­gior­na­re in dif­fe­ren­ti hotel per fa­re un’ana­li­si del li­vel­lo di ser­vi­zio e ne so­no ri­ma­sto col­pi­to po­si­ti­va­men­te. Al di là del prez­zo pa­ga­to, che è co­mun­que un im­por­tan­te spar­tiac­que, qua­si tut­ti uti­liz­za­no già il ser­vi­zio del con­cier­ge, e la per­so­na che ti ac­co­glie è la stes­sa che si met­te a tua di­spo­si­zio­ne con un nu­me­ro di­ret­to per tut­ta la du­ra­ta del sog­gior­no. In pra­ti­ca il mes­sag­gio è: met­ti pie­de in ca­sa no­stra, ap­pog­gia le va­li­gie e al re­sto pen­sia­mo noi. Cer­ta­men­te non rac­con­tia­mo nul­la di nuo­vo quan­do par­lia­mo di ac­co­glien­za e coc­co­le al clien­te, in Ro­ma­gna lo fac­cia­mo da ol­tre 40 an­ni e per que­sto sia­mo ri­co­no­sciu­ti in tut­ti il mon­do, ma qual­co­sa è cam­bia­to e nul­la è più la­scia­to all’im­prov­vi­sa­zio­ne, c’è un si­ste­ma or­ga­niz­za­to, c’è del mar­ke­ting at­ti­vo, c’è una mi­su­ra­zio­ne del­le azio­ni e suc­ces­si­va­men­te del ri­sul­ta­to, c’è del ma­na­ge­ment e que­sto è il nuo­vo mo­do di ge­sti­re le azien­de. Vi rac­con­to un ca­so: Hotel Aguas Ibi­za, bel­lis­si­ma strut­tu­ra

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.