Per scri­ve­re i miei li­brio ci vi­vo den­tro

Ab­bia­mo in­con­tra­to uno dei più gran­di scrit­to­ri del mondo in oc­ca­sio­ne dell'usci­ta del suo nuo­vu be­st sel­ler

TV Sorrisi e Canzoni - - In Breve - di Ezio Gen­ghi­ni, in­via­to in Sco­zia - fo­to di Oli­vier Fa­vre

« At­ten­to! Que­sta bar­ca è mol­to sci­vo­lo­sa». A met­ter­mi in guar­dia, men­tre mi ten­de la ma­no per aiu­tar­mi a sa­li­re a bor­do, è Ken Follett, uno de­gli scrit­to­ri più fa­mo­si al mondo. Il ro­man­zie­re in­gle­se ha ven­du­to ol­tre 160 mi­lio­ni di li­bri in 80 Pae­si e si ri­tro­va re­go­lar­men­te in ci­ma al­le clas­si­fi­che di dif­fu­sio­ne ogni vol­ta che sfor­na un nuo­vo ro­man­zo. Ho la for­tu­na di po­ter pas­sa­re due gior­ni in sua com­pa­gnia e mi tro­vo in Sco­zia in oc­ca­sio­ne del­la pre­sen­ta­zio­ne del suo nuo­vo ro­man­zo, «La co­lon­na di fuo­co» (ve­di box, a de­stra), in li­bre­ria in que­sti gior­ni, e ca­pi­sco su­bi­to che sa­rà un’in­ter­vi­sta pa­rec­chio mo­vi­men­ta­ta. Si svol­ge­rà in­fat­ti, nell’or­di­ne: su una bar­ca che ci por­ta a vi­si­ta­re la pri­gio­ne del­la re­gi­na Maria Stuar­da (tra i protagonisti del ro­man­zo) su un’iso­let­ta del la­go scoz­ze­se Lo­ch Le­ven, in un ca­stel­lo tra­sfor­ma­to in un re­sort di pro­prie­tà del ten­ni­sta An­dy Mur­ray, in una al­co­li­cis­si­ma ce­na a Edim­bur­go e in­fi­ne nel­la sua lus­suo­sa sui­te.

Ma co­min­cia­mo dal prin­ci­pio.

Per­ché mi ha por­ta­to su que­sta iso­let­ta ven­to­sa?

«Per­ché è l’uni­co mo­do per ca­pi­re co­me la­vo­ro quan­do scri­vo un libro. Per com­ple­ta­re que­st’ul­ti- mo ci ho mes­so tre an­ni, il pri­mo so­lo di ri­cer­che e so­pral­luo­ghi. È ne­ces­sa­rio che io ve­da coi miei oc­chi ciò di cui scri­vo, e da­to che in un ca­pi­to­lo rac­con­to del­la pri­gio­nia del­la re­gi­na di Sco­zia Maria Stuar­da, sono ve­nu­to più vol­te tra que­sti ru­de­ri per ca­pi­re co­me ha vis­su­to qui e co­me ha fat­to a fug­gi­re».

Im­ma­gi­no che que­sta sia la par­te più bel­la del suo la­vo­ro.

«È senz’al­tro la più in­te­res­san­te, ma amo mol­to an­che la par­te di scrit­tu­ra. Io la­vo­ro co­sì: per cir­ca un an­no fac­cio ri­cer­che e mi do­cu­men­to, spes­so viag­gian­do. Nel se­con­do an­no but­to giù la pri­ma ste­su­ra del libro, e que­sta è la par­te più dif­fi­ci­le, men­tre nel ter­zo met­to a pun­to la ver­sio­ne de­fi­ni­ti­va. E

32

UNA GUI­DA D’EC­CE­ZIO­NE

Ken Follett (68 an­ni) men­tre ac­com­pa­gna il gior­na­li­sta di Sorrisi sull’iso­la del la­go di Lo­ch Le­ven in Sco­zia, dove è am­bien­ta­ta par­te del suo libro.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.