SO­NO IO CHE VI PRE­GO

Il 26 gen­na­io co­min­ce­rà l’iter al Se­na­to del di­se­gno di leg­ge CI­RIN­NÀ. Ma non so­lo in Par­la­men­to si di­scu­te del te­sto sul­le unio­ni ci­vi­li: esi­sto­no an­che grup­pi di pre­ghie­ra on­li­ne, schie­ra­ti «con­tro». In­cre­di­bi­le? No, tut­to ve­ro. Qui uno scrit­to­re ri­spo

Vanity Fair (Italy) - - Week - Di CAR­LO G. GA­BAR­DI­NI

i so­no im­bat­tu­to in un si­to web che chie­de a tut­ti i cat­to­li­ci di usa­re l’«ar­ma del­la pre­ghie­ra strut­tu­ra­ta, or­ga­niz­za­ta e co­stan­te» per fer­ma­re il ddl sul­le unio­ni ci­vi­li che an­drà in au­la il 26 gen­na­io. In ho­me­pa­ge c’è un sol­da­to col suo fu­ci­le (a de­stra). La pri­ma rea­zio­ne è sta­ta lo scon­cer­to. La se­con­da, l’ila­ri­tà, pen­san­do che si trat­tas­se di uno scher­zo; ipo­te­si im­pos­si­bi­le vi­sta la vio­len­za del­le pa­ro­le usa­te. La ter­za: la rab­bia e il do­lo­re. La quar­ta è sta­ta bloc­ca­ta dal se­con­do co­man­da­men­to «Non no­mi­na­re il no­me di Dio in­va­no», che è ciò che fa que­sto si­to, che be­stem­mia nel mo­men­to in cui chie­de di pre­ga­re con­tro qual­cu­no. Ma co­me è pos­si­bi­le chia­ma­re a rac­col­ta un’in­te­ra co­mu­ni­tà af­fin­ché pre­ghi per far sì che la leg­ge Ci­rin­nà non ven­ga

Mvo­ta­ta? Qui do­vreb­be­ro ri­spon­de­re sto­ri­ci, an­tro­po­lo­gi, teo­lo­gi; io son trop­po pic­co­lo. Pe­rò, due co­se le pen­so lo stes­so. Co­me puoi met­te­re una se­quen­za ta­le di men­zo­gne all’in­ter­no di una pre­ghie­ra sen­za ave­re la cer­tez­za – se dav­ve­ro cre­di in Dio – che ver­rai ful­mi­na­ta o ful­mi­na­to all’istan­te, sen­za pie­tà, o su­bi­to o quan­do sa­rà la tua ora? La leg­ge Ci­rin­nà non è con­tro Dio, la Ma­don­na o tut­ti i Santi del pa­ra­di­so com­pre­so quel­lo del qua­le por­ti il no­me in­de­gna­men­te; la leg­ge Ci­rin­nà è un pri­mo pas­so ver­so un ine­vi­ta­bi­le fu­tu­ro di ugua­glian­za nel qua­le non ci sa­rà nes­su­nis­si­ma dif­fe­ren­za fra cop­pie for­ma­te da Mar­co e An­drea, o Je­mie e San­dra, o Je­mie e An­drea, nes­su­nis­si­ma, met­ti­te­lo in te­sta, e quan­do ciò av­ver­rà quel­li co­me te sa­ran­no con­si­de­ra­ti del­le nul­li­tà e ti ver­go­gne­rai di te stes­so; la leg­ge Ci­rin­nà

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.