29 AN­NI IO, LUI 18: E AL­LO­RA?

Vanity Fair (Italy) - - #Vanitysocial -

ino a sei me­si fa vi­ve­vo con uno del­la mia età: 29 an­ni, 9 in­sie­me, ca­sa e con­to in ban­ca cointestati, un pu­gno di sab­bia in ma­no. Og­gi sto con un di­ciot­ten­ne. Sua so­rel­la mag­gio­re è mia col­le­ga. Do­ve­va es­se­re so­lo ses­so, ma ci sia­mo in­na­mo­ra­ti. Non è que­stio­ne di età: sia­mo due per­so­ne, ci amia­mo, non fac­cia­mo ma­le a nes­su­no e vi­via­mo que­sta sto­ria gior­no per gior­no, cer­can­do di non pen­sa­re a quan­do lui si stan­che­rà di me o a me ver­rà vo­glia di met­ter su fa­mi­glia. In que­sti gior­ni di dibattito sul­le unio­ni ci­vi­li ho let­to che «una cop­pia so­no due per­so­ne che si ama­no, il re­sto è Me­dioe­vo». Per­ché va­le per tut­ti tran­ne che per me? «La­scia che fac­cia le sue espe­rien­ze», «Ti mol­le­rà per una del­la sua età», «Che ci fai con uno di 18 an­ni?». Quel­lo che fan­no tut­ti: ri­do, fac­cio l’amo­re, par­lo, va­do a bal­la­re, guar­do i film sul di­va­no. Se fi­ni­rà non sa­rà per­ché ha 18 an­ni, ma per­ché si sa­rà stan­ca­to di me, co­me si è stan­ca­to di me chi è

F

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.