Vuoi cam­bia­re vi­ta?

Vanity Fair (Italy) - - Carpediem - MAR­GHE­RI­TA COR­SI

È il mo­men­to del­le set­te in Tv. Il pri­mo in­vi­to ad ab­brac­cia­re una nuo­va fe­de vie­ne da Hu­gh Dan­cy: «La­sce­re­te che vi li­be­ri dal­le ca­te­ne e che vi gui­di ver­so

la lu­ce?». Il grup­po di fe­de­li è in vi­si­bi­lio, nel trai­ler di The Pa­th, la se­rie che de­but­ta il 30 mar­zo sul ser­vi­zio di strea­ming ame­ri­ca­no

Hu­lu. Al cen­tro i «meye­ri­sti», un im­ma­gi­na­rio mo­vi­men­to New Age di cui fa par­te an­che Ed­die, in­ter­pre­ta­to da Aa­ron Paul ( sot­to, a de­stra del­la ra­gaz­za), al suo pri­mo ruo­lo in Tv do­po Jes­se Pink­man di Breaking Bad. Pa­dre e ma­ri­to fe­de­le, Ed­die ha una cri­si ri­guar­do al­la sua fe­de nel­la set­ta,

ma uscir­ne non sa­rà sem­pli­ce. Se The Pa­th par­la di una gui­da che pro­met­te di li­be­ra­re i suoi se­gua­ci,

ma fi­ni­sce per ma­ni­po­lar­li, il do­cu­men­ta­rio To­ny Rob­bins: I Am Not Your Gu­ru (dal 15 lu­glio su Net­flix) rac­con­ta del li­fe coa­ch An­tho­ny Rob­bins ( più in bas­so). Di­ret­to da Joe Ber­lin­ger (lo stes­so

di Me­tal­li­ca: So­me Kind of Mon­ster), il film mo­stra il die­tro

le quin­te del se­mi­na­rio Ap­pun­ta­men­to con il de­sti­no, in cui Rob­bins esor­ta 2.500 per­so­ne a su­pe­ra­re i pro­pri li­mi­ti, li­be­rar­si da trau­mi, cam­bia­re vi­ta

e rag­giun­ge­re il suc­ces­so. La te­ra­pia è d’ur­to: pugni al­za­ti, ab­brac­ci e pian­ti li­be­ra­to­ri. Sie­te scet­ti­ci? Po­tre­ste ri­cre­der­vi: ha con­vin­to per­fi­no Do­nald Trump.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.