NON TI LA­SCE­RÒ, TABUSH

Vanity Fair (Italy) - - Week - Di MICHE L E L UP P I

Esraa ha 23 an­ni, una lau­rea in ar­chi­tet­tu­ra all’uni­ver­si­tà di Da­ma­sco e un gat­to di no­me Tabush. Lo ac­ca­rez­za men­tre ci rac­con­ta la sua sto­ria tra la pol­ve­re e la spor­ci­zia di Ido­me­ni, il pic­co­lo vil­lag­gio gre­co do­ve vi­vo­no bloc­ca­ti ol­tre 10 mi­la pro­fu­ghi in fu­ga dal­la guer­ra. La sua era una fa­mi­glia for­tu­na­ta: il pa­dre era rap­pre­sen­tan­te di quel­la me­dio-al­ta bor­ghe­sia si­ria­na che ha fat­to di Da­ma­sco una del­le cit­tà più ric­che e im­por­tan­ti del Me­dio Orien­te. Poi è ar­ri­va­ta la guer­ra. «Ave­va­mo tre ca­se a Da­ma­sco», rac­con­ta la ra­gaz­za, «ora non ne ab­bia­mo più nean­che una». Il pa­dre de­ci­de che è ar­ri­va­to il mo­men­to di par­ti­re, ma Esraa non vuo­le la­scia­re so­lo Tabush, lo strin­ge al pet­to in un mar­su­pio per neo­na­ti e lo por­ta con sé nei lun­ghi gior­ni di bus ver­so il Nord del­la Si­ria, men­tre at­tra­ver­sa a pie­di il con­fi­ne tur­co e a bor­do del gom­mo­ne che la con­du­ce a Le­sbo. Fi­no ad ar­ri­va­re qui, da­van­ti al fi­lo spi­na­to che pro­teg­ge il con­fi­ne ma­ce­do­ne. «Ho tro­va­to Tabush che ave­va po­che set­ti­ma­ne di vi­ta. Da al­lo­ra è sem­pre sta­to con me. Non avrei mai po­tu­to ab­ban­do­nar­lo».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.