SIA­MO AN­GE­LI

Vanity Fair (Italy) - - #VanitySocial -

e scri­vo, di­ret­to­re, per l’ar­ti­co­lo su Massimo D’Alon­zo (n. 7), una per­so­na che pur­trop­po mi è sta­ta por­ta­ta via dal­la Sla. Se la sua gior­na­li­sta En­ri­ca Bro­car­do è sta­ta inec­ce­pi­bi­le a li­vel­lo pro­fes­sio­na­le, a li­vel­lo uma­no è sta­ta straor­di­na­ria. È en­tra­ta a ca­sa no­stra in pun­ta di pie­di, con una de­li­ca­tez­za dif­fi­cil­men­te ri­scon­tra­bi­le non so­lo in un gior­na­li­sta, ma an­che in un co­mu­ne es­se­re uma­no. Massimo sta­va già ini­zian­do a sta­re ma­le, ma En­ri­ca ha sa­pu­to far­lo sen­ti­re uni­co, rac­con­ta­re la sua sto­ria e la sua ani­ma co­me se lo co­no­sces­se da tut­ta una vi­ta, ren­der­lo fe­li­ce. È uno dei più bei ri­cor­di che ho dei gior­ni che ho avu­to il pri­vi­le­gio di tra­scor­re­re con il mio Mas­si. Gra­zie, di­ret­to­re, per aver­ci man­da­to un an­ge­lo tra­ve­sti­to da gior­na­li­sta. Gra­zie per aver­ci trat­ta­to con il ri­guar­do di chi que­sto la­vo­ro lo fa an­co­ra per­ché cre­de ne­gli es­se­ri uma­ni. DORIANA DI GIO­VAN­NI

L

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.