Io so­no fe­no­me­no

Ha co­min­cia­to a 7 an­ni co­me mo­del­la. Og­gi BEATRICE VENDRAMIN è la star del­la se­rie teen più se­gui­ta. Ma non par­la­te­le di fan

Vanity Fair (Italy) - - Carpe Diem - Di FERDINANDO COTUGNO

e sie­te mag­gio­ren­ni, for­se non co­no­sce­te Alex & Co., la se­rie Di­sney italiana dal suc­ces­so fe­no­me­na­le, ma po­tre­ste sen­tir par­la­re sem­pre più spes­so di lei, Beatrice Vendramin: 16 an­ni, dal­la Brian­za, idee chia­re, gran se­gui­to sui so­cial e già qua­si un de­cen­nio di car­rie­ra tra mo­da e Tv al­le spal­le. Alex & Co. so­no 5 li­cea­li che met­to­no su una band e nel frat­tem­po si in­na­mo­ra­no, li­ti­ga­no, fan­no pace, co­me fan­no i li­cea­li. La se­rie è ar­ri­va­ta al­la ter­za sta­gio­ne (dal 24 set­tem­bre su Di­sney Chan­nel), ha pro­dot­to un di­sco che è fi­ni­to al pri­mo po­sto in clas­si­fi­ca ed è di­ven­ta­ta un film, di pros­si­ma usci­ta, al qua­le ha par­te­ci­pa­to Mat­thew Mo­di­ne (sì, Jo­ker di Full Me­tal Jac­ket). Beatrice in­ter­pre­ta Em­ma: nel­lo sche­ma dei per­so­nag­gi (il sec­chio­ne, lo spor­ti­vo ec­ce­te­ra) lei è «la bel­la» al­la ri­cer­ca di se stes­sa. Hai co­min­cia­to pre­stis­si­mo. «Sì, quan­do ero pic­co­la mam­ma mi ha su­bi­to iscrit­ta a un’agen­zia di mo­da». L’ave­vi chie­sto tu? «Ave­vo 7 an­ni e me l’han­no pro­po­sto. Ho po­sa­to per gior­na­li e fat­to sfi­la­te e mi è pia­ciu­to. Quan­do ho com­piu­to 12 an­ni pe­rò ero trop­po pic­co­la per sfi­la­re con le gran­di e trop­po gran­de per le bam­bi­ne, co­sì mi han­no iscrit­ta a un’agen­zia di ci­ne­ma ed è ar­ri­va­ta la Di­sney». E in fu­tu­ro? Hai di­ver­se stra­de da­van­ti ora. «So­no in­de­ci­sa tra mo­da e ci­ne­ma, ve­drò do­ve avrò più op­por­tu­ni­tà. La mu­si­ca è so­lo un hob­by». Com’è il tuo rap­por­to con i fan? «Non rie­sco a chia­mar­li fan, li chia­mo ra­gaz­zi che mi se­guo­no. Ogni vol­ta che fac­cio un meet&greet pen­so che non ver­rà nessuno, poi li ve­do e ri­man­go sen­za pa­ro­le. So­no ono­ra­ta, e non è so­lo per gli au­to­gra­fi, ma per­ché ho la chan­ce di ren­de­re mi­glio­re la gior­na­ta a qual­cu­no». Per il film hai di­vi­so il set con Mat­thew Mo­di­ne. Com’è an­da­ta? «Quan­do è ar­ri­va­to sul set, ci ha chie­sto: “Ave­te vi­sto Stran­gers Things? (la nuo­va se­rie Tv di Net­flix, ndr)”, e noi, tut­ti im­ba­raz­za­tis­si­mi: “No”. Pe­rò è sta­to gen­ti­le, ri­cor­de­rò sem­pre le no­stre chiac­chie­ra­te be­ven­do tè ci­ne­se con lat­te di so­ia se­du­ti sull’er­ba. Mi ha rac­con­ta­to una sto­riel­la mol­to bel­la. Pos­so dir­la?». Cer­to. «L’asi­no di un con­ta­di­no ca­de in un poz­zo. Il con­ta­di­no è di­spe­ra­to, l’asi­no si la­men­ta e il con­ta­di­no pur di non sen­tir­lo gli ti­ra la ter­ra ad­dos­so. Glie­ne ti­ra co­sì tan­ta che l’asi­no pia­no pia­no la usa per ri­sa­li­re e usci­re dal poz­zo: quan­do qual­cu­no ti but­ta qual­co­sa di brut­to ad­dos­so, usa­la per rial­zar­ti».

SBea­tri­ce Vendramin, 16 an­ni, pro­ta­go­ni­sta di Alex & Co. (sot­to), in 2 fo­to dal suo ac­count In­sta­gram, do­ve ha ol­tre 400 mi­la fol­lo­wer.

STEL­LA SO­CIAL

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.