FOR­ZA MICROBI

Se­gui­va­te an­che voi la «re­go­la dei 5 se­con­di»? Un nuo­vo stu­dio smen­ti­sce che la ra­pi­di­tà con cui rac­co­glie­te il ci­bo ca­du­to a ter­ra ga­ran­ti­sca di es­se­re al ri­pa­ro dai bat­te­ri. Ma non è det­to che sia un ma­le

Vanity Fair (Italy) - - Week - Di LU­CA VEN­TU­RA

Lo ri­cor­da­te il vo­stro pri­mo gior­no d’asi­lo? Per cen­ti­na­ia di mi­glia­ia di bam­bi­ni che in que­ste set­ti­ma­ne ini­zia­no il ni­do e la scuo­la ma­ter­na è un pe­rio­do di gran­di cam­bia­men­ti: nuo­ve espe­rien­ze, nuo­vi ami­chet­ti, e nuo­vi in­con­tri rav­vi­ci­na­ti con microbi e ger­mi di ogni ti­po. Che i gli si am­ma­li­no è la pau­ra più gran­de di ogni ge­ni­to­re, e ne­gli Sta­ti Uni­ti la no­ti­zia che un nuo­vo stu­dio smen­ti­sce la «re­go­la dei 5 se­con­di» (il tem­po en­tro cui il ci­bo ca­du­to a ter­ra non si con­ta­mi­ne­reb­be) ha man­da­to in tilt blog e si­ti sul­la ge­ni­to­ria­li­tà. Ma gli esper­ti tran­quil­liz­za­no: il con­tat­to con i ger­mi ra or­za la ri­spo­sta im­mu­ni­ta­ria. Ec­co per­ché gli im­mu­no­lo­gi non si stan­ca­no di ri­pe­te­re che le «cat­ti­ve» abi­tu­di­ni è me­glio im­pa­rar­le pre­sto: non tut­ti i microbi ven­go­no per nuo­ce­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.