PRO­BA­BI­LE NON VUOL DI­RE PRE­VE­DI­BI­LE

Vanity Fair (Italy) - - Week - Di FRAN­CE­SCO BISOZZI

L’uo­mo ha per­cor­so 380 mi­la chi­lo­me­tri per ar­ri­va­re sul­la Lu­na, ma quan­do ha sca­va­to in di­re­zio­ne del cen­tro del­la Ter­ra si è spin­to po­co ol­tre i 10 chi­lo­me­tri. L’in­ter­no del no­stro pia­ne­ta ri­ma­ne dun­que un mi­ste­ro. Ri­sul­ta­to? Nes­su­no sa do­ve e quan­do col­pi­rà il pros­si­mo ter­re­mo­to. L’uni­ca cer­tez­za è che le qua­si 20 mi­la scos­se che han­no col­pi­to il Cen­tro Ita­lia ne­gli ul­ti­mi due me­si non so­no una no­vi­tà: è suc­ces­so mol­te al­tre vol­te, e tor­ne­rà a suc­ce­de­re, qui e al­tro­ve nel Pae­se. Gli esper­ti ora so­sten­go­no che le for­ti scos­se di ma­gni­tu­do su­pe­rio­re a 5 che han­no col­pi­to le Mar­che il 26 ot­to­bre so­no fi­glie del si­sma di Ama­tri­ce. Là sot­to, di­co­no, qual­co­sa si è «rot­to».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.